I 25 anni di 'Non è la RAI': Ambra torna nei negozi con il vinile di 'T'appartengo'. La storia - VIDEO

I 25 anni di 'Non è la RAI': Ambra torna nei negozi con il vinile di 'T'appartengo'. La storia - VIDEO

"Non è la RAI" compie 25 anni: il prossimo 9 settembre la storica trasmissione simbolo degli anni '90, ideata da Gianni Boncompagni e Irene Ghergo, festeggerà un quarto di secolo. Era il 9 settembre 1991, infatti, quando in diretta dallo Studio 1 del Centro Safa Palatino di Roma veniva trasmessa su Canale 5 la prima puntata di un programma destinato ad entrare nelle case (e nel cuore) di parecchi italiani. E tuttavia, si è deciso di festeggiare i 25 anni di "Non è la RAI" anticipatamente: domani, domenica 12 giugno, a partire dalle 10.30 e fino a notte fonda, verranno riproposti su Mediaset Extra i momenti migliori della trasmissione, che andò in onda dal 1991 al 1995, per un totale di quattro edizioni. Una vera e propria maratona di 16 ore che si concluderà con due speciali che comprendono anche interviste alle protagoniste della trasmissione: da Claudia Gerini a Miriana Trevisan, passando per Antonella Elia, Laura Freddi, Lucia Ocone e Yvonne Sciò.

Il nome di punta di "Non è la RAI" è stato sicuramente quello di Ambra Angiolini: già tra le protagoniste della seconda edizione del programma (conduceva "Il gioco dello zainetto", seduta su una poltrona bianca), nel 1993 la showgirl - oggi apprezzata attrice - subentrò alla conduzione del programma a Paolo Bonolis, che a sua volta l'aveva rilevata da Enrica Bonaccorti nel 1992. Ambra condusse le ultime due edizioni di "Non è la RAI", dal 1993 al giugno del 1995, vincendo anche un Telegatto come "Personaggio rivelazione dell'anno" nel 1994.

In una delle puntate da lei condotte, Ambra - che all'epoca aveva 17 anni - presentò al pubblico una canzone che tutti i figli degli anni '90 di certo non hanno dimenticato: "T'appartengo". Scritta da Francesco Migliacci junior, Franco Migliacci ed Ernesto Migliacci per quanto riguarda il testo e da Ernesto Migliacci e Stefano Acqua per quanto riguarda la musica, "T'appartengo" fu una delle prime canzoni ad essere incise da Ambra Agiolini e rappresentò anche il suo primo singolo ufficiale, quello con il quale debuttò nelle radio e in classifica. Si trattava di una canzone che alternava una strofa rap e un ritornello più melodico, cantato, e che parlava di un amore adolescenziale. Nel 1996, la cantante Petra realizzò anche una cover in lingua olandese della canzone, ribattezzandola "K beloof jou".









Uscita nell'ottobre del 1994, "T'appartengo" diede il titolo all'omonimo album di debutto di Ambra, prodotto da Stefano Acqua e Ernesto Migliacci, uscito un mese dopo: 100.000 le copie vendute solamente nella prima settimana, che nel giro di poco tempo le salirono a oltre 370.000, per un totale di sei dischi di platino vinti. Il successo riscosso in Italia, portò l'etichetta, la RTI Music, a tentare anche un lancio all'estero, in particolar modo in Spagna e in Sudamerica, oltre che a ripubblicare il disco con l'aggiunta di una nuova traccia e un remix della stessa. Ci fu anche un tour che vide Ambra girare i club e i palazzetti italiani il sabato e la domenica, in modo da poter continuare la conduzione di "Non è la RAI". Con tre canzoni contenute nel disco, cioè "T'appartengo", il secondo singolo "L'ascensore" e "Che bisogno d'amore", Ambra partecipò pure al Festivalbar del 1995:









Il prossimo 24 giugno, dunque 22 anni dopo la sua prima pubblicazione e nell'anno del 25esimo compleanno di "Non è la RAI", l'album "T'appartengo" tornerà nei negozi di musica: si tratta di una speciale riedizione in formato vinile a cura di RCA contente tutte le canzoni contenute nell'edizione originale. Anche la tracklist è fedelissima a quella dell'edizione del 1994: sul lato A troveremo "T'appartengo", "L'ascensore", "Margheritando il cuore" e "E muoio", mentre sul lato B troveremo "Che bisogno d'amore", "Si parte stanotte", "Immagina che bello", "Lunedì martedì" e il remix di "T'appartengo". Tutte le canzoni contenute nel disco furono scritte dagli stessi autori di "T'appartengo": Francesco Migliacci junior, Franco Migliacci, Ernesto Migliacci e Stefano Acqua, ad eccezione di "L'ascensore" (scritta da Peppi Nocera e Stefano Magnanensi), "Margheritando il cuore" (scritta da Francesco Migliacci junior e Bruno Zambrini), "E muoio" (scritta da Peppi Nocera e Franco Bracardi) e "Lunedì martedì" (di Francesco Migliacci junior e Stefano Acqua). Ecco, di seguito, la copertina del disco:



https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/EnKfv4bhhxz-qVO9Vw438wcOkAk=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.muz-tracker.net%2Fimages%2F574799.jpg

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.