Liberalizzazione della gestione del diritto d'autore, l'Agcom dalla parte di Soundreef: 'La direttiva Barnier un'occasione da cogliere'

Liberalizzazione della gestione del diritto d'autore, l'Agcom dalla parte di Soundreef: 'La direttiva Barnier un'occasione da cogliere'

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, con una circolare emanata oggi, lunedì 6 giugno, si è espressa in favore alla liberalizzazione nella gestione del diritto d'autore in Italia, tema tornato prepotentemente all'attenzione del grande pubblico dopo le scelte di due big della canzone italiana - Fedez e Gigi D'Alessio - di affidare le attività di collecting delle proprie royalties a Soundreef, società fondata a Londra nel 2010 da Davide d'Atri e Francesco Danieli in diretta concorrenza con la SIAE: nel testo - disponibile a questo indirizzo in versione integrale - si parla della direttiva Barnier - anche conosciuta come Direttiva 2014/26/UE del Parlamento europeo - come di "un’occasione particolarmente rilevante da cogliere per aprire alla concorrenza l’attività di intermediazione in questo campo". Nonostante "il disegno di legge che delega il Governo al recepimento delle direttive europee e all’attuazione di altri atti dell'Unione europea (legge di delegazione europea 2015), approvato alla Camera e attualmente in discussione al Senato, non prevede espressamente un intervento sul regime di monopolio legale della SIAE".

"L’Autorità", conclude l'AGCom, "auspica quindi che la riforma di tale regime monopolistico venga accompagnata da un ripensamento dell’articolazione complessiva del settore, al fine di garantire una tutela adeguata agli autori nonché agli utilizzatori intermedi e finali. In tale prospettiva, l’intervento di liberalizzazione dovrebbe essere integrato da una riforma complessiva delle modalità di intermediazione dei diritti delineate dalla LDA, senza trascurare una rivisitazione del ruolo e della funzione della SIAE nel mutato contesto".

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.