Musixmatch annuncia la fine della partnership con Spotify

Musixmatch annuncia la fine della partnership con Spotify

In un post pubblicato sul proprio sito e ripreso su Medium, Musixmatch ha annunciato l’interruzione del rapporto di collaborazione con Spotify, alla quale dal 2011 (epoca del lancio sull’App Store della piattaforma svedese) forniva i testi sincronizzati con i brani in streaming. Dal 2015, poi, la collaborazione tra i due partner era salita di livello con la comparsa sull’applicazione desktop di Spotify del tasto “Lyrics”, a cura di Musixmatch. Per la prima volta una funzionalità così naturale e richiesta dall’utenza ma, fino ad allora, curiosamente ancora assente su qualsiasi piattaforma, consentiva all’abbonato di leggere i testi  durante l’ascolto; per la prima volta, soprattutto, l’integrazione tra streaming e lyrics assumeva una forma ufficiale e legale, offrendo un contributo implicito e sostanziale alla lotta contro la diffusissima pirateria sui testi.

Dal 27 maggio, come si legge in un post sul sito dell’azienda diretta dal CEO e co-fondatore Max Ciociola, Musixmatch non è più presente sulla desktop app di Spotify:

"E' stata una grande collaborazione: tra le nostre società c'è mutuo rispetto, nonostante le nostre strategie aziendali abbiano preso direzioni diverse. Abbiamo letto con molta partecipazione ogni riga di quanto scritto sui social network dai ogni singolo fan, e tutto quello che possiamo dire è: grazie per il vostro affetto. Siete stati e siete una parte di ciò che siamo. Ci spiace che questa partnership sia terminata, ma dobbiamo occuparci innanzitutto del nostro prodotto e dei nostri utenti: non permetteremo a nessuno di ignorare il nostro modello di business. Vogliamo restare concentrati su cosa sia giusto per noi, per potreggere tutti voi che ci visitate. Non vogliamo correre il rischio che Musixmatch scompaia. Non vogliamo rimpiazzare nessuno: quello che vogliamo è creare un'esperienza indipendente con un sano modello di business che ci permetta di supportare noi stessi e i titolari di diritti d'autore che lavorano con noi. Eventualmente, ci piacerebbe offrire questa esperienza a terze parti - ovviamente dietro un adeguato riconoscimento economico, perché non vogliamo per nessuna ragione correre il rischio di vedere il nostro servizio diventare non disponibile"

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.