Morte di Lino Toffolo: la Procura di Venezia apre un'inchiesta

Morte di Lino Toffolo: la Procura di Venezia apre un'inchiesta

Il cantante, attore e cabarettista Lino Toffolo, come riportato, è mancato a causa di un infarto nella notte del 17 maggio scorso presso l'ospedale di Venezia, da cui era peraltro stato dimesso pochi giorni prima - era infatti stato ricoverato in seguito a una caduta (cagionata da una buca non segnalata, in strada) in cui aveva riportato la frattura di un polso.

Ora la famiglia di Toffolo, tramite il legale Antonio Forza, ha sollecitato il procuratore di Venezia a disporre una serie di accertamenti per stabilire se ci sia un nesso fra il decesso e la caduta e le cure prestate dall'ospedale.
Nel pomeriggio del 19 maggio è stata eseguita un'autopsia dal medico legale Silvia Tambuscio: dai risultati si spera di far luce su eventuali responsabilità.

Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.