Led Zeppelin, 40 milioni di dollari di multa per loro se "Stairway to heaven" ha copiato "Taurus" degli Spirit - ASCOLTA

Led Zeppelin, 40 milioni di dollari di multa per loro se "Stairway to heaven" ha copiato "Taurus" degli Spirit - ASCOLTA

Robert Plant e Jimmy Page, stando a quel che dice il loro avvocato, saranno presenti in tribunale in California il 14 giugno quando inizierà la causa che gli Spirit hanno intentato loro accusandoli di avere copiato la parte iniziale della celeberrima “Stairway to heaven”, uscita nel 1971, dalla loro “Taurus”, pubblicata dalla band di Randy California quattro anni prima.

L’esposto dell’avvocato di California, Francis Malofyi, ha trovato l’assenso del giudice distrettuale Gary Klausner che ha disposto si proceda con un processo davanti ad una giuria.

Page e Plant, negano ogni addebito e, anzi, lo scorso anno, bollarono come ridicole le accuse mosse loro . I due Led Zeppelin, non pare siano entusiasti di partecipare di persona al processo, per questo motivo hanno registrato delle testimonianze video da usarsi durante lo stesso. Non rientra tra gli imputati il bassista della band inglese John Paul Jones, che in un primo tempo fu chiamato a testimoniare, per esserne poi esentato successivamente.

Malofiy accusa i musicisti di cercare di "dettare il calendario alla corte" e sostiene che la cosa è una grave "mancanza di cortesia. Vuole che questa ritrosia a comparire in tribunale sia ufficialmente considerata come una mezza ammissione di colpa. Dal canto loro gli avvocati della difesa replicano dicendo: “Abbiamo già messo in chiaro che i signori Page e Plant saranno presenti al processo, ma non possiamo comunicare il giorno in cui arriveranno dall'Inghilterra".

Si ritiene che, nel caso venga stabilito il plagio, i Led Zeppelin dovranno pagare una multa che potrebbe ammontare a una cifra vicino ai 40 milioni di dollari.



Scheda artista Tour&Concerti Testi
BEATLES
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.