E' morto Bill Backer: l'autore della canzone commerciale più nota di tutti i tempi, quella della Coca Cola - VIDEO

E' morto Bill Backer: l'autore della canzone commerciale più nota di tutti i tempi, quella della Coca Cola - VIDEO

E’ morto a 89 anni Bill Backer. Era nato a New York nel 1926 e sognava di diventare un cantautore, divenne invece un pubblicitario piuttosto bravo nel suo lavoro. Se, come è vero, da lui sono usciti claim imperituri (soprattutto negli Stati Uniti) come “Miller time” oppure “Soup is good food” per la Campbell. Quisquilie però rispetto al lavoro che fece con la Coca Cola. Al suo gruppo di lavoro si devono ricondurre il “Things go better with coke” e il “the real thing” legati alla popolare bibita. Ed è sempre sua la mente che sta dietro al leggendario spot della Coca Cola del 1971 con la canzone "I’d like to teach the world to sing (in perfect harmony)", il cui filmato venne girato da Roberto Malenotti su una collina a Manziana, alle porte di Roma.

Backer recentemente ha goduto di nuova fama dopo essere stato inserito nel finale della nota serie televisiva ambientata nel mondo della pubblicità “Mad Men”. Quando viene sognato dal protagonista Don Draper mentre stava meditando in California, ma Backer ha spiegato che l'idea per quella campagna gli venne durante una sosta forzata all’aeroporto di Shannon (Irlanda), quando vide dei giovani alterati per la sosta la notte precedente "chiacchierare tranquillamente sorseggiando una Coca-Cola". La canzone - scritta da Backer, Billy Davis e Roger Cook – divenne poi, tolti i riferimenti alla coca, un successo dei New Seekers.

In tempi più recenti gli Oasis vennero querelati con l’accusa di avere copiato melodia e alcune parti di testo della canzone per la loro "Shakermaker" - contenuta nell’album “Defintely maybe” del 1994 – e furono costretti a cambiarla.







© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.