Morrissey accusa la Warner: "Si è rifiutata di ristampare "The queen is dead" per il 30° anniversario"

Morrissey accusa la Warner: "Si è rifiutata di ristampare "The queen is dead" per il 30° anniversario"

Morrissey ha accusato la Warner Music di essersi rifiutata di ristampare l’album degli Smiths “The queen is dead” per celebrare il 30esimo anniversario dalla sua uscita che cade il prossimo 16 giugno.
Dal canto suo il musicista voleva pubblicare la title track dello storico album per celebrarlo a dovere. Per dare una misura dell'importanza del disco basti sapere che nel 2013 la rivista inglese NME, sicuramente esagerando un poco, aveva incoronato l’album come il più grande di tutti i tempi.

In un post pubblicato sul sito web True to You il cantante inglese ha sferrato un violento attacco alla major per non essersi dimostrata interessata alla cosa.
"Mi dispiace che la Warner Regno Unito e la Sire Stati Uniti non abbiano pensato a festeggiare l’anniversario, evidentemente alcuni boss dell'etichetta hanno la loro testa da un’altra parte, mentre altri semplicemente la testa non ce l’hanno. Ho esortato la Warner Uk affinchè pubblicasse un singolo speciale di “The queen is dead” nella prima settimana di giugno ma ho trovato un muro di gomma”.

Morrissey ha incoraggiato i fan a cercare di portare il singolo in classifica nell'ultima settimana di maggio quale segno di protesta per la "urgente necessità di giustizia sociale per gli animali". Se avete 99 cents/pence acquistate 'The Queen is dead' nell'ultima settimana di maggio. Se non altro per far loro sapere che ci siamo ancora e che siamo pienamente consapevoli dello scandalo dell’uso delle pellicce. Mi dispiace chiedere ancora a voi che avete già dato, ma facciamo tutti così in questi tempi ridicoli. Posso solo chiedere."


 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.