Kiss, scambio di tweet tra la moglie di Gene Simmons e Paul Stanley: 'Non puoi chiedere scusa a nome di qualcun altro'

A spingere Gene Simmons a scusarsi pubblicamente per le dichiarazioni sulla morte di Prince rilasciate nell'intervista a Newsweek sarebbe stato un tweet pubblicato dal compagno di band Paul Stanley; il chitarrista dei Kiss si è dichiarato "imbarazzato" di fronte alle parole del cantante e ha voluto scusarsi per lui: alle scuse di Stanley hanno poi fatto seguito quelle di Gene Simmons.





Il tweet di Paul Stanley ha fatto un po' innervosire la moglie di Gene Simmons, Shannon Tweed Simmons, che sempre su Twitter ha scritto nelle ultime ore:

"Non puoi chiedere scusa a nome di qualcun altro. Non spetta a te decidere".



E ancora:

"Tutti noi abbiamo i nostri difetti ma i veri amici non dovrebbero incolparli e farti passare i guai. Soprattutto se siete compagni da 40 anni!".





La risposta di Paul Stanley non si è fatta attendere:

"Compagni da 40 anni dice tutto. Le mie scuse erano giuste".




 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.