Marco Carta, Valerio Scanu e gli altri: quando i reality diventano l'ultima spiaggia

Marco Carta, Valerio Scanu e gli altri: quando i reality diventano l'ultima spiaggia

Per un cantante che cerca un rilancio della propria carriera, il Festival di Sanremo è l'obiettivo principale: per anni, il palco dell'Ariston è servito a cantanti finiti un po' "nell'ombra" a tornare sotto le luci dei riflettori. Non sempre, però, il cantante in cerca di rilancio riesce a partecipare al Festival; e quando si chiudono anche le porte dell'Ariston, resta un'ultima (?) chance: partecipare ad un reality show.

Sempre più spesso, i reality italiani vedono tra i loro concorrenti cantanti ad un passo dal dimenticatoio, che cercano così di tornare all'attenzione del pubblico. In altre parole: interpreti (a volte anche validi) della scena musicale italiana si ritrovano spesso costretti a cercare visibilità al di fuori del loro ambito per ricordare al pubblico di essere ancora vivi, di esistere. E quella che fino a qualche anno fa sembrava una tendenza, ora appare più come un passaggio obbligato (vedi Le Donatella, Valerio Scanu e Marco Carta - il cantante sardo è stato tra i concorrenti dell'ultima edizione dell'"Isola dei famosi"). Ma la partecipazione ad un reality può davvero risollevare le sorti di una carriera discografica?

Gli "isolani": in principio fu Pappalardo...
Un "precursore" è stato Adriano Pappalardo, che nel 2003 accettò di partecipare alla primissima edizione dell'"Isola dei famosi", adattamento italiano del reality britannico "Celebrity survivor". Il cantante di "Ricominciamo", popolare tra gli anni '70 e gli anni '80 ma fermo discograficamente all'album di inediti "Sandy" del 1988, trascorse 50 giorni su un'isola della Repubblica Dominicana e riuscì a richiamare l'attenzione del grande pubblico anche grazie al suo carattere non sempre docile. L'anno successivo partecipò pure al Festival di Sanremo, per la prima volta, con il brano "Nessun consiglio". E poi? E poi niente, di nuovi album di Adriano Pappalardo, dal 2003 ad oggi, non si è vista nemmeno l'ombra (nel 2009 è uscita una raccolta) e il cantante ha continuato ad apparire sul piccolo schermo partecipando ad alcuni programmi televisivi.

...poi arrivarono i vari Sandy Marton e Den Harrow...
Con la strada spianata da Adriano Pappalardo, altri cantanti hanno accettato - nel corso degli anni - di diventare naufraghi dell'"Isola dei famosi", che rimane ad oggi il reality con il maggior numero di cantanti come partecipanti (ben 17 in 11 edizioni). Alcuni di questi non avevano certo bisogno dell'"Isola dei famosi" per ricordare al pubblico di essere ancora vivi e vegeti, come nel caso di Francesco Facchinetti (che nel 2004 scalava le classifiche con "La canzone del capitano"), di Albano Carrisi e Cristiano Malgioglio. Altri, invece, hanno sfruttato la partecipazione al reality come un'ulteriore chance per la loro carriera: è il caso di Marina Occhiena, l'ex cantante dei Ricchi e Poveri; ma anche di Sandy Marton e Den Harrow, popolarissimi negli anni '80 grazie a hit quali "People from Ibiza", "Future brain", "Catch the fox" e "Tell me why". I risultati? Praticamente un nulla di fatto: in seguito alla partecipazione all'"Isola dei famosi" la Occhiena è tornata ad esibirsi dal vivo nelle piazze italiane e ha messo su una nuova band, i Parafunky, senza però pubblicare nuovo materiale; Den Harrow ha pubblicato una raccolta e un paio di singoli che, tuttavia, non sono nemmeno riusciti ad entrare in classifica - e come lui, anche Sandy Marton.

...e gli "ex Amici"
Un discorso diverso va fatto per gli ex-Amici Valerio Scanu e Marco Carta: dopo aver vinto entrambi il Festival di Sanremo e aver visto le rispettive carriere entrare in una fase di "crisi", i due hanno ripiegato sul reality per tentare di "risorgere". Dopo il divorzio con l'etichetta discografica EMI, Scanu ha fondato una propria etichetta discografica e grazie alle partecipazioni a "Tale e quale show" e "L'isola dei famosi" ha guadagnato i soldi che gli hanno poi permesso di autoprodursi l'album "Finalmente piove", presentato a Sanremo in gara con l'omonima canzone (13esimo posto nella classifica finale): "Ho deciso di partecipare all'Isola per produrmi il mio prossimo album, voglio continuare a fare musica da indipendente con una mia etichetta discografica", scriveva il cantante circa un anno fa su Facebook. Marco Carta, concorrente dell'ultima edizione dell'"Isola dei famosi" - è stato eliminato in semifinale - sfrutterà l'esposizione mediatica per pubblicare un nuovo album di inediti (negli scorsi giorni è uscito il nuovo singolo, "Non so più amare"). Magari il prossimo anno lo ritroveremo in gara a Sanremo, otto anni dopo la vittoria con "La forza mia"....

"Vecchie glorie" in beauty-farm
Nel 2004 arrivò in Rai "Music farm", un reality in cui "vecchie glorie" della musica italiana venivano ospitate da una beauty-farm. Di questo reality furono realizzate appena tre edizioni, ma dei tanti cantanti che vi parteciparono solamente pochi riuscirono a godere di nuova luce: su tutti Loredana Berté (la cui popolarità, negli anni, era andata un po' scemando) e Dolcenera, concorrenti rispettivamente della prima e della seconda edizione. Grazie alla partecipazione a "Music farm", la Berté riuscì a prodursi il disco "Babyberté" anticipando le spese a suo rischio: al disco, uscito su etichetta Nar International/Edel Music nel settembre del 2005 a ben dieci anni di distanza dal precedente lavoro di inediti della cantante, fecero poi seguito nuovi progetti musicali tra tour, singoli e collaborazioni. La voce di "Com'è straordinaria la vita", invece, non era certo una "vecchia gloria": nel 2003 aveva vinto tra i "Giovani" al Festival di Sanremo, ma non era riuscita ad imporsi del tutto sulla scena musicale e accettò quindi di partecipare a "Music Farm" vedendo nel reality quella vetrina che le avrebbe permesso di raggiungere la popolarità che le mancava. E così fu, infatti: Dolcenera vinse e finalmente riuscì a conquistare il proprio spazio nel panorama musicale italiano, pubblicando negli anni successivi dischi dal discreto successo (da "Il popolo dei sogni" del 2006 fino all'ultimo "Le stelle non tremano", uscito nel 2015 e riedito lo scorso febbraio dopo la partecipazione a Sanremo con "Ora o mai più - Le cose cambiano").

Contadini, talpe, ballerini e avventurieri
Donatella Rettore, Mal e Jo Squillo hanno preferito vestire i panni di contadini e partecipare al reality show "La fattoria", andato in onda tra il 2004 e il 2006 su Italia 1, poi passato a Canale 5 nel 2009. Don Backy e Fiordaliso (che nel 2004 aveva pure partecipato a "Music farm" e che quest'anno ha partecipato all'"Isola") sono stati tra i concorrenti di "La talpa". Orietta Berti, Povia, Anna Tatangelo, Anna Oxa e Rita Pavone hanno invece partecipato a "Ballando con le stelle". Scialpi, evidentemente non soddisfatto dalla sua partecipazione a "Music farm" nel 2004, lo scorso anno ha preso parte alla quarta edizione di "Pechino express". Nessuno di questi ha visto la propria carriera tornare a splendere una volta terminato il programma televisivo. Poco chiari, invece, i motivi della partecipazione di Arisa a "Monte bianco", lo scorso anno, considerando che la cantante di "Sincerità" veniva dalla vittoria al Festival di Sanremo (2014) e da una co-conduzione dello stesso Festival (2015) e non aveva del tutto bisogno di partecipare ad un reality per farsi ricordare dal pubblico...

Un'altra tendenza che si sta trasformando in passaggio obbligato riguarda le giurie dei talent, che da qualche tempo a questa parte stanno accogliendo artisti in cerca di rilancio o di promozione. Ma di questo, magari, parleremo la prossima volta.

di Mattia Marzi

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.