Prince, rivelazioni shock di fonti anonime al National Enquirer: 'Aveva l'Aids e al momento della morte pesava 36 chili'. L'eredità spartita tra i fratelli, mentre cresce la sua popolarità

Prince, rivelazioni shock di fonti anonime al National Enquirer: 'Aveva l'Aids e al momento della morte pesava 36 chili'. L'eredità spartita tra i fratelli, mentre cresce la sua popolarità

Prince soffriva di Aids, ma aveva deciso di non sottoporsi a cure mediche specifiche per combattere il virus in nome della fede (era Testimone di Geova): lo riferisce il Daily Mail, riprendendo come fonte il National Enquirer (settimanale statunitense che ha sempre ammesso di pagare le proprie fonti per ottenere notizie di scoop e scandali su personaggi famosi), secondo il quale al momento della morte l'artista pesava solamente 36 chili. Prince avrebbe contratto il virus dell'Hiv negli anni '90, ma la sua sieropositività si sarebbe tramutata in Aids solamente negli ultimi sei mesi.

CNN riferisce che gli investigatori che stanno indagando per la morte del cantante hanno trovato sul suo corpo e nella sua casa farmaci antidolorifici a base di oppiacei, pillole che sono state consegnate agli esaminatori e che saranno analizzate nel tentativo di fare luce sulle cause che hanno determinato la morte di Prince: si tratterebbe di Percocet, una combinazione di paracetamolo e ossicodone. L'ossicodone è un oppioide agonista, alcaloide naturale dell'oppio, ritenuto da alcuni più potente di morfina (di 18 volte) ed eroina: secondo alcuni studi l'ossicodone è un'alternativa alla morfina per combattere dolori causati da tumori. Il paracetamolo è un antidolorifico meno potente, ma che che aumenta gli effetti di ossicodone.Il malore per il quale il suo aereo, lo scorso 15 aprile, fu costretto ad un atterraggio di emergenza potrebbe essere stato causato proprio da un'overdose di medicinali. Restano tuttavia da chiarire i motivi per i quali Prince era costretto ad assumere questi farmaci.

Il mistero del testamento e l'eredità
Prince è morto senza lasciare un testamento, come aveva sostenuto negli scorsi giorni sua sorella Tyka Nelson: la conferma è arrivata ora dal giudice che si sta occupando del caso della sua eredità. In un primo momento era stato riferito che, qualora non fosse stato trovato alcuno scritto del musicista sarebbero stati i giudici a decretare i beneficiari dell'eredità e quali costi questi avrebbero dovuto affrontare per la successione, ora è stato fatto sapere che le proprietà di Prince saranno distribuite in modo uniforme tra i suoi fratelli e sorelle, mentre Bremer Trust verrà nominato - come chiesto dalla sorella - amministratore della sua eredità, per un massimo di sei mesi. Il patrimonio di Prince ammonterebbe a 150 milioni di dollari, vale a dire poco più di 132 milioni di euro.

E negli States cresce la sua popolarità
Intanto, negli Stati Uniti cresce la popolarità di Prince: dopo la sua morte, il cantante è volato al primo posto della classifica dei 100 artisti più influenti pubblicata da Billboard, la quale viene elaborata tenendo in considerazione le prestazioni dei cantanti nelle classifiche dei dischi e dei singoli più venduti, ma anche degli artisti più popolari sui social. La vendita delle sue canzoni sulle piattaforme digitali è cresciuta del 38%, gli album "The very best of Prince" e "Purple Rain soundtrack" hanno venduto un totale di 163.000 copie e i passaggi radiofonici sono cresciuti dell'8%.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.