Prince: quella volta che chiese il permesso ai Journey per pubblicare "Purple rain" e altre chicche...

Prince: quella volta che chiese il permesso ai Journey per pubblicare "Purple rain" e altre chicche...

La scomparsa di Prince ha generato un inevitabile flusso quasi continuo di tributi, ricordi, aneddoti e quant'altro. Uno dei più gustosi delle ultime ore riguarda il Purple One e la rock band di San Francisco Journey. Il tastierista e autore della band Jonathan Cain, infatti, ha raccontato a "Billboard" un episodio accaduto nel 1984, quando Prince chiamò gli uffici della Columbia a L.A. e chiese di parlare con lui. L'artista di Minneapois gli disse:

Voglio suonarti una cosa e voglio che tu la ascolti bene. Gli accordi sono simili a "Faithfully" [un singolo di successo dei Journey tratto da "Frontiers" - ndr] e non vorrei che mi faceste causa. 

Dopo l'ascolto Cain ha reagito così:

Pensai che era una bella canzone e gli dissi "Amico, sono lusingatissimo che tu abbia chiamato. Dimostra che sei uno di classe. Buona fortuna col pezzo. So che sarà un successo.

In effetti si trattava di "Purple rain"... un grandissimo successo. Il brano, in effetti ha molte somiglianze con "Faithfully" - accordi, assolo di chitarra...

Neal Schon, chitarrista dei Journey spiega:

Credo che fosse ovvio che Prince avesse paura che lo portassimo in tribunale. Penso che abbia chiamato proprio per parlarne e spiegarcelo, ma noi ne abbiamo discusso e tutti abbiamo detto: "No, ci sta davvero lusingando moltissimo, lasciamolo fare.

Questo gesto, peraltro, non ha mai dato adito a ripensamenti e Cain dice di non avere mai pensato di ritornare sui propri passi e chiedere delle royalties sul pezzo:

No, no, questa roba porterebbe sfortuna e non vogliamo farlo. Io ho solo pensato che avrebbe mostrato che tipo attento e di classe Prince era.

Sempre a proposito di Prince, la figlia di Diana Ross - Tracee Ellis Ross - ospite dello show televisivo statunitense condotto da Ellen DeGeneres ha ricordati un aneddoto molto divertente sul suo primo incontro con la star, quando lei aveva circa 11-12 anni, nel backstage di un concerto:

Lui si è girato per andarsene e indossava dei sovra-pantaloni di pelle senza nulla sotto! Il suo sedere nudo era tutto fuori e io mi sono detta: "Oh mio Dio!". Ero una bambina e ho detto: "E' disgustoso, mamma è così volgare!". Lei mi ha risposto: "No, è fichissimo".

Nel corso del "Tonight Show" del 26 aprile, poi, D'Angelo - nome di punta del r&b, soul, funk made in USA - ha omaggiato Prince con una cover di Sometimes It Snows in April", insieme a Maya Rudolph e Gretchen Lieberum (che insieme sono le Princess, una cover band di Prince):

Anche il chitarrista dei tecnicissimi Dream Theatre (Jordan Rudess) ha trovato il tempo di rendere omaggio al Purple One, registrando una cover di "Purple rain" in una sola take, fra un soundcheck e un concerto. Ecco il risultato, davvero suggestivo:

Infine un'altra storiella molto divertente, stavolta raccontata dal re dello shock rock Alice Cooper, che ha raccontato di come Prince abbia tentato più e più volte di "rubargli" la bella e talentuosa chitarrista Orianthi. Parlando della voce di "Purple rain" Alice ha detto:

L0unico vero rapporto che abbiamo mai avuto è che lui tentava sempre di portarmi via Orianthi dalla band. Tutte le volte che vedevo Orianthi al telefono lei mi diceva: "E' ancora Prince". Così le ho detto: "Potresti dirgli che sarai con me almeno per tutto l'anno prossimo?". Scherzavo ovviamente. So che a lui piaceva avere bellissime ragazze nelle sue band. A parte questa cosa, non gli ho mai parlato però.

Intanto a New Orleans - lo scorso 25 aprile - si è svolta la "Prince Parade", ossia il saluto speciale alla star: una sorta di funerale festoso, un carnevale di musica, balli e travestimenti, tutto in suo onore - come la tradizione locale insegna. Il colore predominante era - manco a dirlo - il viola e a salutare l'artista di Minneapolis ci sono state migliaia di persone (con tanto di brass band che marciava ed eseguiva cover di Prince).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.