La prima volta degli Iron Maiden in Cina: no allo Union Jack, testi cambiati e niente fuochi d'artificio - VIDEO, SCALETTA

La prima volta degli Iron Maiden in Cina: no allo Union Jack, testi cambiati e niente fuochi d'artificio - VIDEO, SCALETTA

Lo scorso 24 aprile per gli Iron Maiden e per i loro fan cinesi, è stato un giorno speciale: la metal band britannica, infatti, si è esibita per la prima volta in assoluto nella repubblica Popolare Cinese, presso il LeSports Center di Beijing.

Stando ad alcuni fansite molto dedicati e attenti, Bruce Dickinson e compari non hanno apportato modifiche sostanziali alla scaletta - proponendo quella standard del loro tour "The book of souls". In compenso, però, sono stati necessari altri cambiamenti logistici, di immagine e addirittura a livello di testi di un brano (sicuramente si tratta di modifiche richieste direttamente dalle autorità e dal rigidissimo Ministero della Cultura locale, che ha chiesto - come in altri casi similari - di esaminare i testi delle canzoni prima di decidere se consentire o meno lo svolgimento del concerto).

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/Bbv2R9HOoiCdpYIMaj-_bDs12AM=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fassets.blabbermouth.net.s3.amazonaws.com%2Fmedia%2Fironmaidenchinaposter2016new.jpg

Fra i cambiamenti vengono fatti rilevare la mancanza di fuochi d'artificio ed effetti pirotecnici per tutta la durata della performance, ma anche l'assenza dell'ormai tradizionale Union Jack - la bandiera britannica - che Dickinson sventola sempre durante l'esecuzione del brano "The trooper"; è bizzarro, però, come la bandiera fosse ben visibile nella scenografia mostrata durante la canzone, come il video testimonia:

Inoltre il testo del brano "Powerslave" è stato cambiato: la frase "Tell me why I had to be a powerslave" ("Dimmi perché ho dovuto essere uno schiavo del potere") è diventata "Tell me why I had to be a wicker man" ("Dimmi perché ho dovuto diventare un uomo più malvagio"); ma non è tutto, perché Dickinson ha dovuto stare molto attento a non pronunciare parole offensive (neppure un "fuck" o "fucking" in tutto il concerto) ed è stato proibito il lancio di merchandising verso il pubblico - che quindi non ha potuto prendere al volo polsini, plettri e altra oggettistica che abitualmente viene regalata dalla band.

Ecco alcuni altri video del concerto:

Questa, invece, è la scaletta completa del primo live degli Iron Maiden in Cina:

01. If Eternity Should Fall
02. Speed Of Light
03. Children Of The Damned
04. Tears Of A Clown
05. The Red And The Black
06. The Trooper
07. Powerslave
08. Death Of Glory
09. The Book Of Souls
10. Hallowed Be Thy Name
11. Fear Of The Dark
12. Iron Maiden
13. The Number Of The Beast
14. Blood Brothers
15. Wasted Years

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.