I Pearl Jam e i Boston bacchettano la North Carolina per il "bathroom bill" e non suonano

I Pearl Jam e i Boston bacchettano la North Carolina per il "bathroom bill" e non suonano

Continuano le manifestazioni di disapprovazione da parte del mondo della musica nei confronti del cosiddetto "bathroom bill" (o HB2), ossia la legge recentemente approvata in North Carolina che discrimina la comunità LGBT (imponendo l'utilizzo di bagni e spogliatoi coerenti col sesso biologico indicato sul certificato di nascita delle persone, fra le altre cose).

Questa volta a prendere posizione e a protestare sono i Pearl Jam, che hanno annullato il concerto previsto per il 20 aprile presso la PNC Arena di Raleigh. La band di Seattle ha annunciato la propria decisione postando online una lettera scritta a mano in cui si vengono spiegate le ragioni del gesto. Nel testo si legge, fra le altre cose:

L'HB2 che è stato recentemente approvato è una norma legislativa deplorevole che incoraggia la discriminazione nei confronti di un intero gruppo di cittadini americani. E' per questo motivo che dobbiamo prendere posizione contro il pregiudizio, insieme ad altri artisti e realtà, per unirci a coloro che si oppongono al HB2 in North Carolina, così da correggere ciò che al momento è inaccettabile.

Ecco, qui di seguito, il testo della lettera postato sui social:

E sulla scia dei Pearl Jam, si registra anche la decisione dei Boston - la storica band di "More than a feeling" - che hanno annullato ben tre date in North Carolina, sempre per protestare contro il "bathroom bill". Il gruppo avrebbe dovuto suonare il 3, 4 e 5 maggio rispettivamente a Charlotte, Greensboro e Raleigh.

A dare la notizia è stato il chitarrista Tom Scholtz, via Facebook, con un lungo post in cui si spiega la posizione dei Boston nei confronti dell'accaduto. Fra le altre cose Scholtz scrive:

Cancellare dei concerti dal nostro itinerario è una grossa delusione. E' sempre stato un mio desiderio riuscire a ispirare le persone con la musica dei Boston. Spero che i sacrifici che stiamo facendo ora ispireranno tutti a fare la cosa giusta, in futuro. Attendiamo il giorno in cui il Governo della North Carolina tornerà a ragionare e tratterà tutti gli individui concedendo uguali libertà nella ricerca della felicità, qui negli Stati Uniti.

Nelle scorse settimane Bruce Springsteen e Ringo Starr hanno annullato dei concerti in North Carolina per i medesimi motivi. Ma c'è anche chi ha deciso di esibirsi, come Cindy Lauper e Laura Jane Grace

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.