Down: dopo la storia del saluto romano di Phil Anselmo, la band continua, parola di Pepper Keenan

Down: dopo la storia del saluto romano di Phil Anselmo, la band continua, parola di Pepper Keenan

La brutta gaffe di Phil Anselmo, che durante l'ultima edizione del Dimebash (per commemorare Dimebag Darrell) ha fatto un saluto romano sul palco, pronunciando lo slogan razzista "white power", è costata cara ai suoi Down. In pratica la band si è vista costretta a cancellare tutte le esibizioni previste, in Europa durante l'estate - compresa quella del Gods of Metal 2016 in Italia: una situazione pericolosa, che secondo molti potrebbe mettere in dubbio l'esistenza del gruppo, travolto dalla valanga di polemiche e da un ritorno di immagine decisamente negativo.

In una recente intervista rilasciata a "Metal Wani", però, il chitarrista Pepper Keenan ha dimostrato una solida certezza nell'affermare che nulla accadrà ai Down e che il gruppo è tutt'altro che in pericolo ed è fermamente intenzionato a continuare. Alla domanda diretta se veda un futuro per i down, ha risposto:

Be', non vedo perché non dovrebbe essercene uno. Sapete, i Down non hanno fatto nulla di male. Voglio dire, la nostra unica colpa è di essere associati a quell'incidente [per via del loro cantante Phil Anselmo, ovviamente - ndr]. Ma è stato un errore di Phil. Ho parlato con lui e gli ho detto di darsi una regolata e lo sta facendo. Sa di aver commesso un errore e di essersi comportato da stupido. Lo conosco quasi da una vita. E non è ciò che sembra, nonostante quello che è accaduto. Quindi sì, c'è sicuramente un futuro per i Down. Non butterei alle ortiche tutto quello che abbiamo fatto, la bella musica che abbiamo scritto, solo per un momento di stupidità che è stato filmato e per cui lui si è scusato. Siamo tutto tranne che finiti.

vv

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.