"Vinyl", parla l'attore che impersona David Bowie: "E' un onore immenso"

"Vinyl", parla l'attore che impersona David Bowie: "E' un onore immenso"

Nel sesto episodio (andato in onda, negli USA, domenica 20 marzo), nella storia compare il personaggio di David Bowie. Non è stato il Duca Bianco a impersonare se stesso, ma l'attore trentasettenne Noah Bean (visto, ad esempio, nella serie tv di genere legal drama "Damages").

Bean, che ha girato quelle scene nell'estate del 2015, ha avuto l'onore e l'onere di essere il primo a vestire i panni di Bowie dopo la sua scomparsa: una responsabilità che, ovviamente, al tempo delle riprese non era prevedibile, ma che è divenuta fatto concreto dopo l'improvvisa morte dell'artista, a gennaio di quest'anno.

A questo proposito l'attore, in una recente intervista rilasciata al "New York Times", ha spiegato:

E' un onore immenso essere una delle prime persone a recitare nei suoi panni, dopo la sua scomparsa. Ovviamente è un fatto che ha aggiunto un carico molto gravoso sulla faccenda. E sono felice di avere girato prima che accadesse, così la storia è chiusa. Credo, o meglio spero, che questo diventi un ricordo e un ringraziamento per Bowie. E' solo un piccolo sguardo su di lui e sul suo mondo, ma è sufficiente. Se fosse stato un episodio con più spazio dedicato a Bowie, ci sarebbe da preoccuparsi molto di più dei significati. Ma coì, invece, è un modo per ricordarci - per un istante - del grandissimo ruolo che lui ha avuto nel mondo.

E' bizzarro, peraltro, come Bean confessi di non essere mai stato un fan particolarmente affezionato di Bowie:

Sapete, non ero un fan accanito di Bowie. Ero uno di quei fan generici, banali. Ma devo dire che quando ho iniziato a prepararmi per la parte - ho avuto circa una settimana e mezzo di tempo - mi ci sono buttato con tutto me stesso e ho guardato quel documentario bellissimo della BBC, "Cracked actor", che parla di lui nel 1974.

La parte di Bean in "Vinyl" lo vede impersonare il Duca bianco intento in una prova di "Suffragette City", il pezzo del 1972 tratto da "The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars". A proposito delle indicazioni ricevute, l'attore ha detto:

Il team di "Vinyl" è stato molto chiaro: volevano il Bowie del 1973. E tutte le mie ricerche si sono concentrate su quel periodo. Ho ascoltato tante vecchie interviste [...] dell'epoca. Se cerchi su YouTube è incredibile quanto materiale si trovi. La sua voce, quando parlava, era piuttosto diversa allora - era di un'ottava leggermente più alta e il suo accento era differente. Anche il fisico era diverso - era incredibilmente magro allora, cosa che non ho potuto replicare del tutto, visto che non mi sono procurato una dipendenza da cocaina per recitare il ruolo. Credo che la colonna portante della sua dieta, all'epoca, fosse questa. Però ho tentato di perdere più peso che ho potuto.

Inoltre per prepararsi, Bean ha studiato alcune esibizioni live:

C'è una performance dal vivo di "Suffragette City" del 1973 che mi è stata molto utile. Ho avuto un coach che mi ha aiutato a plasmare la voce e un coreografo che mi ha insegnato alcuni movimenti - come tiene il microfono e il modo in cui interagisce con la band. Il suo sorriso che è così iconico. Il modo in cui si ravvia i capelli. Volevo imparare tutti questi piccoli tic per metterli nella mia performance.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.