David Gilmour a Pompei 45 anni dopo i Pink Floyd: online una petizione perché la RAI segua in diretta il concerto

David Gilmour a Pompei 45 anni dopo i Pink Floyd: online una petizione perché la RAI segua in diretta il concerto

Data la limitatissima disponibilità di posti - in merito, dati certi il promoter non ne ha ancora forniti, ma è verosimile pensare che non si superi la soglia di qualche migliaio per l'insieme delle due serate - e i biglietti non esattamente abbordabili (oltre 300 euro, considerando anche i diritti di prevendita), un fan dell'ex chitarrista dei Pink Floyd, Andrea Zanti, ha aperto si Change.org una petizione affinché la RAI segua in diritta il doppio concerto che David Gilmour terrà i prossimi 7 e 8 luglio presso l'Anfiteatro Romano di Pompei, sito archeologico consegnato alla leggenda del rock dall'indimenticabile documentario dei Pink Floyd "Live at Pompeii" del 1971.

La petizione - aperta ieri, giovedì 17 marzo, e sottoscritta già da 1200 appassionati in circa ventiquattr'ore - è disponibile a questo indirizzo.

Il neo direttore della RAI Antonio Campo Dall'Orto, con lunghi trascorsi a MTV e grande conoscitore di musica, potrebbe non restare insensibile all'istanza, ma l'evetuale accesso alle telecamere della TV di stato agli eventi dovrà fare i conti con i programmi dell'artista in merito: secondo quanto riferito da Repubblica, infatti, i due show potrebbero essere ripresi in alta definizione in vista della pubblicazione di un DVD dal vivo. Progetto che, inevitabilmente, entrerebbe in conflitto con ogni piano di copertura televisiva dell'evento.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.