NEWS   |   R'n'B / hip hop / 24/03/2016

Da riscoprire: la storia di “The Miseducation of Lauryn Hill"

Da riscoprire: la storia di “The Miseducation of Lauryn Hill"

La carriera di Lauryn Hill è, per certi versi, incredibile: leggendo le sue tappe, si fatica a credere che abbia solo 40 anni, tante cose ha fatto, tante le storie di cui è stata protagonista. Forma i Fugees ancora ragazzina, con Prakazrel "Pras" Michael e Wyclef Jean. Nel ’96, a 21 anni, il gruppo vende 11 milioni di copie con “The score”. Durante quel tour conosce Rohan Marley, figlio di Bob. I successivi eventi saranno quelli inspireranno il suo primo (e tuttora unico) disco solista, “The miseducation of Lauryn Hill”, con cui riuscirà a fare ancora meglio dei Fugees.

La storia dei Fugees è travagliata e le tensioni interne tra i tre saranno uno dei motori creativi di Lauryn Hill - che non è la prima a debuttare da solista: Wycleaf Jean pubblica “The carnival” giù nel ’97, a cui collabora lei stessa. Ma l’amore con Marley, la gravidanza che la porta a superare un blocco creativo sono ciò che, più di ogni altra cosa, la spingono a fare da sola: “Alle donne, in gravidanza, crescono più in fretta capelli e unghie. A me venivano idee per la musica”, disse al tempo. Quelo che sarebbe diventato il suo debutto solista viene scritto in New Jersey, e registrato tra il ’97 e i primi mesi del ’98, a New York e ai Tuff Gong, gli studi di Bob Marley in Giamaica. La Sony provò a imporre un produttore, RZA dei Wu-Tang Clan, ma alla fine la Hill ottenne la libertà che cercava. Ed ebbe ragione.

Il disco arrivò nei negozi il 25 agosto del ’98, preceduto dal singolo “Doo-wop (that thing)” e dalla fama di capolavoro annunciato. Il video, con il suo gioco tra ere diverse e il suo titolo che richiama un genere storico, ma rivisitato in chiave moderna, anticipò già alla perfezione i temi dell’album.

 


All’epoca si usò soprattutto un’etichetta: “Neo-soul”, per la capacità di unire la musica classica afroamericana (la Hill, nei mesi precedenti, era stata chiamata a lavorare da artiste come Aretha Franklin e Whitney Houston), ma con suoni moderni: hip-hop su matrice R ’n’ B, o meglio R ’n’ B su matrice hip-hop, in grado di citare tanto i Doors di “Light my fire” in “Superstar” quanto il latin rock di “To Zion” con Santana, di duettare con Mary J.Blige e D’Angelo, di interpretare ballate d’amore o rivisitare il funk con toni politici in “Every ghetto every city”.

Lo status di capolavoro venne acclarato anche al tempo: entrò dritta al primo posto, quasi mezzo milione di copie vendute nella prima settimana - che diventeranno oltre 20 milioni nel periodo seguente, quasi doppiando il primo album dei Fugees. Recensioni entusiastiche dieci nomination ai Grammy e cinque premi vinti. La carriera di una star. 

Invece, “The miseducation” rimane un capolavoro a quasi 20 anni di distanza, ma anche l’unico album di studio della cantante. Quattro anni di pausa, e un ritorno fuori dagli schemi con “Mtv Unplugged no 2.0”, un live acustico di canzoni inedite, scarne e in netto contrasto con il suono ricercato di "The miseducation". L’anno dopo, una grossa polemica che avviene in Italia, con eco in tutto il mondo: partecipa al concerto di Natale del Vaticano, ma coglie l’occasione per lanciare una serie di gravi accuse alla chiesa per la questione degli abusi sui minori. Torna nei Fugees, esce dai Fugees. Inizia a lavorare ad un nuovo album che però non ha ancora visto la luce - solo brani incompiuti e singoli, rischia il carcere per evasione fiscale (viene comunque condannata a tre mesi), pubblica nuove canzoni dopo un nuovo contratto discografico con la Sony e un nuovo inizio per il famigerato secondo album - intervallato da qualche concerto (in Italia è passata la scorsa estate).

Vedremo mai un secondo lavoro di Lauryn Hill? Probabilmente sì. Rimane il fatto che questo “The miseducation of” rimane non solo un disco che ha segnato i suoi tempi, ma un capolavoro assoluto nel suo genere.

"The miseducation of Lauryn Hill" è disponibile su Legacy Recordings. è disponibile su Legacy Recordings. Sul sito dedicato all’immenso catalogo italiano e internazionale di Sony Music, puoi scoprire tantissime news, curiosità e promozioni dal mondo della musica. Un archivio con tutti i protagonisti, la loro discografia e l’opportunità di pre-ascoltare moltissimi brani.
La rubrica settimanale Legacypedia, poi, ti permette di esplorare a fondo album e brani che hanno fatto la storia della musica. Per rimanere sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/jl5TAVma8bXsxeD2ONptRmoqM3Y=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.legacyrecordings.it%2Fwp-content%2Fuploads%2F2014%2F11%2F4898432.JPG

Scheda artista Tour&Concerti
Testi