Concerto del Primo Maggio 2016 a Roma: confermati Skunk Anansie, Asian Dub Foundation, Coez e Modena City Ramblers

Concerto del Primo Maggio 2016 a Roma: confermati Skunk Anansie, Asian Dub Foundation, Coez e Modena City Ramblers

E' stata confermata dagli stessi organizzatori del tradizionale concertone dei sindacati l'indiscrezione lasciata trapelare nella mattinata di oggi, martedì 15 marzo: la band di Skin sarà tra i protagonisti della prossima edizione del Concerto del Primo Maggio di piazza San Giovanni, a Roma. Insieme agli Skunk Anansie saranno di scena anche gli Asian Dub Foundation, i bosniaci Dubioza Kolektiv, i Modena City Ramblers, veri e propri veterani del primo grande appuntamento live all'aperto della stagione musicale tricolore, che per l'occasione divideranno il palco con la Fanfara di Tirana, i The Giornalisti e il rapper Coez. Ulteriori nomi verranno comunicati dagli organizzatori nei prossimi giorni.


Se per il collettivo militante (e multietnico) britannico l'esibizione alla manifestazione organizzata dai sindacati sarà un debutto, per gli Skunk Anansie - e più ancora per la loro leader - quello sulla ribalta di piazza San Giovanni sarà un ritorno: il gruppo nel 1997 fu già invitato come ospite, ma condizioni meteo avverse, ritardi e la mancanza del collegamento televisivo portarono il gruppo a rinunciare alla propria esibizione. Skin, dal canto suo, recuperò come solista nel 2006, quando tornò al concertone come solista insieme agli altri ospiti internazionali dell'edizione di dieci anni fa, gli Hard-Fi.


Autentici veterani, invece, sono i Modena City Ramblers: il collettivo emiliano è salito sulla ribalta romana ben nove volte, nel 1996, nel 1998, nel 2002, nel 2004, nel 2005, nel 2006, nel 2007, nel 2011 e nel 2014. Un vero e proprio classico del gruppo combat folk sul palco del concertone è una rilettura dell'inno partigiano "Bella ciao", che quasi sicuramente non mancherà di caratterizzare anche il loro decimo passaggio al Primo Maggio romano.

Caricamento video in corso Link


Resta importante notare l'inversione di tendenza rispetto agli scorsi anni concretizzatasi con l'annuncio in prima battuta di tre ospiti internazionali, due dei quali - Skunk Anansie e ADF - di una certa notorietà presso le platee rock mondiali: tra la metà degli anni Novanta e la metà del decennio successivo il concertone ospitò nomi di assoluto prestigio coem Radiohead, Robert Plant, Iron Maiden, Nick Cave, Sting, Lou Reed, Elvis Costello e altri, ma problemi di budget costrinsero gli organizzatori, all'inizio del decennio in corso, a limitare fortemente i nomi d'importazione in cartellone, fino alle edizioni completamente "italiane" del 2013 e 2014.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
15 nov
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.