La morte di George Martin: il ricordo di Paul McCartney

Paul McCartney ha pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale un lungo post nel quale ha ricordato il compianto produttore, con il quale ebbe modo di collaborare non solo insieme ai Beatles ma anche come solista: "E' stata la persona più generosa e intelligente che io abbia mai conosciuto nell'ambiente musicale", ha scritto McCartney nel post. Potete leggere il ricordo integrale di Paul McCartney proprio qui sotto:




 

La traduzione di Rockol:

Mi addolora moltissimo apprendere la notizia della scomparsa del caro George Martin.

Conservo moltissimi ricordi splendidi di questo grande uomo che sarà sempre dentro di me. Era un gentiluomo, e per me è stato come un secondo padre. Ha guidato la carriera dei Beatles con così tanta capacità e con così tanto spirito positivo che è diventato un vero amico per me e la mia famiglia. Se qualcuno si è meritato l'appellativo di quinto Beatle" è lui. Dal giorno in cui fece firmare ai Beatles il nostro primo contratto discografico fino a quello in cui l'ho visto per l'ultima volta, è stato sempre la persona più generosa, intelligente e musicalmente competente che io abbia avuto il piacere di conoscere.
E' difficile scegliere i ricordi per me più significativi del tempo che ho trascorso con George, ce ne sono tantissimi, ma quello che per primo mi viene in mente è quando ho portato la canzone "Yesterday" in studio di registrazione durante una session e i ragazzi del gruppo hanno suggerito che la cantassi da solo accompagnandomi con la chitarra. Dopo che l'ebbi fatto, George Martin mi disse: "Paul, avrei l'idea di aggiungere alla registrazione un quartetto d'archi". Risposi: "Oh, no, George, noi siamo una rock'n'roll band e non penso che sia una buona idea".
Con la gentile insistenza del grande produttore mi disse: "Proviamoci, se non funzionerà non la useremo e useremo invece la tua versione da solo". Accettai, e andai a casa sua il giorno seguente per lavorare sull'arrangiamento.
Lui prese gli accordi che gli facevo vedere e preparò la stesura delle note sul pianoforte, collocando il violoncello nell'ottava bassa e i primi violini nell'ottava alta, e mi diede la mia prima lezione su come si organizzano gli archi di un quartetto. Quando registrammo il quartetto d'archi a Abbey Road, fu così emozionante rendermi conto che la sua idea era perfetta che andai in giro per giorni raccontandolo a chiunque incontrassi. La sua idea ovviamente funzionò, dato che in seguito la canzone divenne una delle più riprese al mondo, con versioni di Frank Sinatra, Elvis Presley, Ray Charles, Marvin Gaye e migliaia di altri artisti.
Questo è solo uno dei tantissimi ricordi che ho di George, che poi mi aiutò negli arrangiamenti di "Eleanor Rigby", "Live and Let Die" e molte altre mie canzoni.
Sono orgoglioso di aver conosciuto un gentiluomo così raffinato, con un senso dell'umorismo così arguto e capace di grande autoironia. Anche quando venne fatto Cavaliere dalla Regina, in lui non ci fu nessuna traccia di snobismo.
La mia famiglia e io, che l'abbiamo avuto come caro amico, sentiremo moltissimo la sua mancanza; mandiamo pensieri affettuosi a sua moglie Judy e ai suoi figli Giles e Lucy, e ai suoi nipoti.
Il mondo ha perduto un vero grande uomo, che ha lasciato un segno incancellabile nella mia anima e nella storia della musica britannica.
Dio ti benedica, George, e buon viaggio *
Paul

* "God bless her and all who sail in her!" è la frase che la Regina d'Inghilterra pronunciò nel 1969 al varo del transatlantico Queen Elizabeth II

 

Questa traduzione è copyright di Rockol - non è consentito riprenderla, nemmeno parzialmente, senza esplicito consenso.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.