NEWS   |   R'n'B / hip hop / 19/01/2019

Wilson Pickett è morto tredici anni fa: le venti canzoni più famose - ASCOLTA (1 / 20)

Wilson Pickett è morto tredici anni fa: le venti canzoni più famose - ASCOLTA

"That's life", avrebbe commentato Frank Sinatra: scrivi canzoni rifatte poi da gente come Led Zeppelin, Van Halen, Rolling Stones, Aerosmith, Grateful Dead e Bruce Springsteen, ma a cinquant'anni suonati - quando sei già una leggenda vivente - finisci in galera per un anno di fila per aver investito, mentre guidavi ubriaco, un ottantaseienne. Wilson Pickett - passato a miglior vita ormai tredici anni fa - può a buon diritto essere considerato uno dei padri del soul americano, autore di canzoni - basti citare "In the Midnight Hour" (scritta con Steve Cropper nello stesso motel di Memphis - ma tre anni prima - dove venne ucciso Martin Luther King) e "Mustang Sally" - entrate ormai nel repertorio essenziale di qualsiasi appassionato (anche non irriducibile) di musica in generale. Come tanti altri grandi del soul, Pickett ha coniugato un'esistenza complessa a una carriera sfolgorante, che l'ha visto passare da due scuderie fondamentali dell'America degli anni '60/'70 - la Stax e la Atlantic - per poi finire la sua carriera come tante altre stelle cadute (o dimenticate), cioè lottando giorno dopo giorno con i problemi di salute e con i numerosi ingaggi di basso profilo indispensabili a sbarcare il lunario. Ecco una rassegna dei brani che hanno fatto di Wilson Pickett una leggenda. Buon ascolto!