Vasco Brondi scrive un libro con Massimo Zamboni: 'E' il racconto del nostro viaggio sorprendente'

Vasco Brondi scrive un libro con Massimo Zamboni: 'E' il racconto del nostro viaggio sorprendente'

Il cantautore che si nasconde dietro al nome di Le Luci della Centrale Elettrica sta scrivendo un libro con Massimo Zamboni, già chitarrista di CCCP e CSI, dal 2004 attivo come solista; a darne notizia è stato lo stesso Vasco Brondi per mezzo di un post pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale, nel quale ha anticipato qualche dettaglio relativo al libro: Brondi lo ha descritto come il reportage di un viaggio fatto dai due, insieme, alla fine dello scorso ottobre. Intitolato "Anime galleggianti. Dalla pianura al mare tagliando per i campi", il volume uscirà in aprile.

"Sto scrivendo un libro con Massimo Zamboni (CCCP/CSI), è un reportage pieno di divagazioni di un viaggio che abbiamo fatto assieme a fine ottobre, negli ultimi giorni di sole dell’anno. Siamo partiti da Mantova seguendo un canale e siamo arrivati al mare su una zattera di alluminio che andava lentissima, per vedere la pianura contemporanea da una prospettiva diversa. Una crociera nel posto meno turistico del mondo passando attraverso l’Emilia, la Lombardia e il Veneto senza neanche intravedere la loro operosità. Solo un ritmo lento, il passaggio degli aironi, la geometria delle case, le parole delle persone che abbiamo incontrato e i nostri racconti per passare il tempo. Con noi c’era anche il fotografo Piergiorgio Casotti che con le sue foto ci sta aiutando nell’impresa di mettere su carta tutta quell’acqua e quella nebbia che si alzava solo a mezzogiorno. Sono affiorati i ricordi del grande fiume a otto chilometri di Ferrara, le voci degli scrittori che hanno descritto questi posti. Abbiamo fatto tanti incontri, ci siamo guardati dentro e attorno e incontrato persone che si sono fermate sulle rive del canale come Gauguin si è fermato in Polinesia. È stato sorprendente, dove pensi che non possa succedere mai niente succede sempre qualcosa. Sempre dritto su un canale calmissimo che nasce magicamente dalla ghiaia come acqua risorgiva e poi diventa un canale di irrigazione, un canale per il trasporto delle merci, un canale per i pescatori anziani italiani o giovani rumeni e poi arriva al mare, il nostro mare Adriatico dove da piccolo mi stupivo perché se anche camminavi per cento metri verso il largo, l’acqua continuava ad arrivarti alle caviglie ma comunque non ne vedevi il fondo. Uscirà in aprile per La Nave di Teseo. Si chiamerà 'Anime Galleggianti. Dalla pianura al mare tagliando per i campi'".





Più di una volta, nel corso degli ultimi anni, Vasco Brondi e Massimo Zamboni hanno condiviso il palco; l'ultima volta risale allo scorso 25 novembre 2015, quando il cantautore di Ferrara ha partecipato, insieme ad altri colleghi, al concerto per i venticinque anni dell'album dei CCCP "Epica etica etnica pathos" (qui il live report di Rockol). Vasco Brondi non ha mai negato la sua passione per CCCP e CSI: il cantautore è legato da un rapporto di amicizia a Giorgio Canali, anch'egli chitarrista della compagine guidata da Ferretti, che nel 2008 produsse l'album di debutto delle Luci della Centrale Elettrica (tornando poi a collaborare con Vasco Brondi a più riprese).

Vasco Brondi ha pubblicato un libro già nel 2009, "Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero", raccolta dei post pubblicati sul suo blog. Diverse le pubblicazioni di Massimo Zamboni: al 1997 risale "Fedeli alla linea. Dai CCCP ai CSI" (scritto con Alberto Campo e Giovanni Lindo Ferretti), al 2000 "In Mongolia in retromarcia" (scritto con Ferretti), al 2002 "Emilia parabolica. Qua una volta era tutto mare" (scritto da solo), al 2005 "Il mio primo dopoguerra. Cronache sulle macerie: Berlino Ovest, Beirut, Mostar" (da solo), al 2011 "Prove tecniche di resurrezione" e al 2015 "L'eco di uno sparo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
15 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.