Comunicato Stampa: A partire dal 19/11 un mese con 'ParmaJazz Frontiere 2004'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


PARMAJAZZ FRONTIERE 2004
"Tradizioni e tradimenti"
dal 19 novembre al 19 dicembre a PARMA

Si terrà dal 19 novembre al 19 dicembre la nona edizione di PARMAJAZZ FRONTIERE, uno tra i festival europei più interessanti che, con una decina di appuntamenti, sarà in grado di animare Parma, coinvolgendo le principali realtà artistiche e produttive della città in una serie di concerti di alto valore artistico.
PARMAJAZZ FRONTIERE è nato nel 1996 da un progetto di Roberto Bonati (anche direttore artistico) ed è coordinato da ParmaFrontiere con il contributo della Fondazione Monte di Parma, del Comune di Parma, della Provincia di Parma, della Regione Emilia Romagna, della Fondazione Teatro Due, di Amps, Dallara Automobili, Coop Nord-Est, Unione parmense degli Industriali.
Anche quest'anno il Festival PARMAJAZZ FRONTIERE presenta un programma di grande interesse che si sviluppa nel rapporto tra "tradizioni" e contemporaneità. PARMAJAZZ FRONTIERE ha voluto con questa edizione sottolineare e ricostruire il rapporto che unisce il jazz e la musica improvvisata ai linguaggi e alle diverse tradizioni: la musica afroamericana, la musica popolare e la musica "colta" che costituiscono la sua natura. Per questo sono stati invitati artisti che lavorano con grande consapevolezza sulle proprie radici musica, dal folklore russo di Misha Alperin, alla tradizione afroamericana della Lydian Sound Orchestra e ai suoni "popolari" della banda diretta da Giancarlo Schiaffini passando per la voce partenopea di Maria Pia De Vito.

Il Festival si è da sempre caratterizzato come laboratorio di produzione, unendo l'esibizione di artisti straordinari provenienti da tutto il mondo con l'ideazione e la creazione di progetti originali e con una particolare attenzione alla formazione dei giovani musicisti. Tre saranno le produzioni originali: il "Progetto Banda" con Giancarlo Schiaffini, "Elegia per una città, ricordare Bhopal nel ventennale della tragedia" da un'idea di Vincenzo Mingiardi e "Shahrazàd, racconti dalle Mille e una Notte”, da un'idea di Vincenzo Sicchio con musica di Roberto Bonati, in coproduzione con l’etichetta Full Color Sound e il Festival di Roccella Jonica “Rumori mediterranei” , con la partecipazione di Arnoldo Foà e Lella Costa.
Il Festival avrà inizio il 19 novembre con uno "Spazio Amps Jazz" allestito al Barilla Center e dedicato alle giovani proposte, sarà ospitato dalla Fondazione Teatro Due nei giorni 26, 27 e 28 novembre, dalla Casa della Musica-Palazzo Cusani il 3 e il 9 dicembre e si concluderà il 19 dicembre con il concerto della ParmaFrontiere Orchestra all'Auditorium Paganini.
Due sono stati da sempre gli obiettivi fondamentali nella creazione e nello sviluppo di PARMAJAZZ FRONTIERE.

Il primo quello di far nascere un festival con una dimensione internazionale per qualità, proposte e scelte artistiche in grado di coinvolgere la città, il pubblico, i teatri, le istituzioni e gli artisti all'interno del grande scenario musicale europeo. Il secondo obiettivo, che coinvolge il significato e l'essenza stessa di un festival, è stato quello di caratterizzare PARMAJAZZ FRONTIERE non come una vetrina-museo di eventi musicali ma come una realtà propositiva e produttiva, un laboratorio di nuove creazioni e di incontri tra gli artisti, una realtà che potesse svolgere un ruolo di profondo stimolo verso una sempre più feconda ed autentica attività artistica futura. Tale ideale produttivo è stato perseguito, negli anni, sia attraverso alcune commissioni inedite sia attraverso la presentazione di progetti musicali particolarmente significativi . Il festival si è da sempre presentato come un organismo duttile, elastico e vitale, situato verso "immaginarie frontiere" che possano essere un luogo di incontro, fisico e spirituale, tra le multiformi culture ed i diversi linguaggi artistici che caratterizzano la contemporaneità del nostro "villaggio globale"(il jazz, la musica improvvisata, le musiche "classiche extra europee).

Il Programma del PARMAJAZZ FRONTIERE prevede:

19-21 NOVEMBRE AL BARILLA CENTER “SPAZIO AMPS JAZZ”
19 novembre ore 17.00 FABIO FRAMBATI QUARTET
20 novembre ore 11.00 TALEA ENSEMBLE, ore 16.00 RED VINILE GROUP, ore 18.00 TRIO.
21 novembre ore 11.00 MICHELE AMPOLLINI QUARTETTO ore 17.00 MARCO FERRI QUARTET.

21 NOVEMBRE AL CONSERVATORIO (ore11.00)
CARTOONS, MUSICHE DAI FILM DI WALT DISNEY
Classe di jazz del Conservatorio "A. Boito"

26 NOVEMBRE AL TEATRO DUE (ore 20.45)
- Maria Pia De Vito- Rita Marcotulli Duo
- a seguire Progetto Banda: Giancarlo Schiaffini e le Bande di Borgotaro e Fornovo -Produzione originale

27 NOVEMBRE AL TEATRO DUE (ore 20.45)
- Franco Cerri - Enrico Intra "Doppio Trio"
- a seguire Riccardo Brazzale "Lydian Sound Orchestra" in "Sweet Duke" omaggio a Duke Ellington nel trentennale della morte

28 NOVEMBRE AL TEATRO DUE (ore 20.45)
- Misha Alperin piano solo
- a seguire Carlo Rizzo Trio

3 DICEMBRE ALLA CASA DELLA MUSICA (ore 21.00)
Vincenzo Mingiardi, Roberto Bonati & Roberto Dani
“Elegia per una città” Ricordare Bhopal nel ventennale della tragedia

9 DICEMBRE ALLA CASA DELLA MUSICA (ore 21.00)
- Stefano Battaglia – piano solo

19 DICEMBRE – luogo da definire (ore 17.00)
- Esibizione degli allievi del seminario di Batteria & Danza

19 DICEMBRE ALL’AUDITORIUM PAGANINI (ore 21.00)
- "Shahrazàd, racconti dalle Mille e una Notte"

Produzione originale in coproduzione con il Festival di Roccella Jonica “Rumori mediterranei”
ParmaFrontiere Orchestra, musiche di Roberto Bonati con le voci recitanti di Arnoldo Foà e Lella Costa

Per informazioni al pubblico: ParmaFrontiere – www.parmafriontiere.it – tel.0521200688

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.