Guns N' Roses, Izzy Stradlin conferma: 'Non sono coinvolto nella reunion, né dal vivo né in studio'

Guns N' Roses, Izzy Stradlin conferma: 'Non sono coinvolto nella reunion, né dal vivo né in studio'

E' una vera propria doccia fredda su quanti confidavano non solo in una reunion degna di tale nome, ma anche in una nuova prova discografica da parte del nucleo storico della gloriosa formazione di "Appetite for destruction": Izzy Stradlin, che insieme a Axl Rose fu di fatto il co-fondatore dei Guns N' Roses (Slash e Duff McKagan, infatti, furono accolti in seno al gruppo solo qualche mese dopo, in seguito all'uscita di Tracii Guns e Ole Beich), ha negato di essere stato coinvolto nell'operazione che vedrà la voce di "Sweet child o' mine" tornare in azione con due dei suoi storici sodali. A confermarlo è stato lo stesso Stradlin in un carteggio email tenuto con la redazione americana di Rolling Stone:


"Ad oggi, non suonerà in nessuno dei concerti che i Guns N' Roses terranno nel 2016"


Il chitarrista ha poi smentito di essere al lavoro in studio su nuovo materiale in vista di un'eventuale prossima pubblicazione:


"Non sono stato in studio, né ho scritto nuovo materiale con gli altri, di recente. Ci sono state molte ipotesi, in merito, ma solo pochissime informazioni attendibili"


Le voci si erano diffuse quando, su un account Twitter apparentemente intestato al chitarrista (e aperto solo da pochi giorni), erano apparsi messaggi apparentemente atti a sviare i fan:


Al proposito, Stradlin ha specificato:

"Ci sono stati un sacco di dubbi sull'autenticità dell'account Twitter, ma sono stato davvero io ad aprirlo. C'è stata molta disinformazione circa il mio coinvolgimento nella reunion, così ho voluto chiarire di non essere stato in studio con nessuno dei Guns N' Roses. Molte delle cose che leggete sono false"


Sfumata anche l'ipotesi che Stradlin possa andare a rinforzare il nucleo storico composto da Axl, Slash e McKagan, al momento non c'è ancora chiarezza su quale possa essere la line-up che effettivamente verrà presentata in occasione della date del reunion tour: le ipotesi più accreditate (ma non confermate) danno al momento in pole position per occupare parte dei ruoli di rinforzo il tastierista Dizzy Reed e il chitarrista Richard Fortus. Resta invece ancora fitto il mistero riguardo l'identità del batterista: Frank Ferrer, l'ultimo session chiamato da Rose per l'ultima tranche della sua carriera solista, sarebbe l'addetto alle percussioni deputato, a discapito degli "originali" Steven Adler o Matt Sorum.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.