Le Vibrazioni: 'Ripartiamo dalla cantina'

Le Vibrazioni: 'Ripartiamo dalla cantina'
Fiducia (tanta) nel mercato discografico nazionale e non e perplessità (molta) verso la discografia istituzionale: questo, in sintesi, il pensiero dei Le Vibrazioni e soprattutto del loro manager Demetrio Sartorio, che oggi hanno convocato la stampa a Milano per fare il punto su un anno e mezzo di successi e riconoscimenti. All'indomani della data con Vasco Rossi - il prossimo 15 settembre allo stadio Euganeo di Padova - e di quella alla Festa dell'Unità al PalaMazda di Milano ("Ma per noi è un palco come tanti", specifica Sartorio: "Ci fa piacere suonare nella nostra città ma politicamente non siamo schierati"), il quartetto milanese, soprattutto per bocca del proprio "tutor", ha illustrato i programmi per la prossima stagione. Fiducia nel mercato, si diceva prima: "Sì, contro ogni previsione, in tempi dove si fa fatica ad avere un prestito per produrre un video, Le Vibrazioni hanno venduto nei negozi ben 200.000 copie del loro Cd d'ersordio, senza contare le unità smerciate (circa 100.000) per mezzo di altre operazioni editoriali: questo è segno che il mercato, oggi, è più in fermento che mai", afferma Sartorio, visibilmente soddisfatto. "L'avvento di Internet, poi, è stato molto salutare per far fare il salto di qualità a realtà emergenti e non affermate: per questo ci prepariamo a giarare il sesto video estratto dal primo album, 'Seta', completamente autoprodotto, che offriremo gratis al popolo del Web". Incredibilmente (ma non troppo), Sartorio snocciola appagato i dati riguardanti i download illegali dell'opera dei suoi protetti: "Secondo una ricerca Zenith - Optimedia, 'Le Vibrazioni' è stato scaricato da circa 500.000 utenti, che poi ci hanno ripagato acquistando il prodotto originale e affollando i nostri concerti, circa 110 in un anno: questo dimostra che Internet è un mezzo, più che un nemico da osteggiare". In un panorama così roseo, ecco le prime remore del team meneghino: "Abbiamo già pronta una versione di 'Le Vibrazioni', corredata da relativi video, in spagnolo, che però la nostra etichetta (la BMG, ormai in pieno riassetto dopo il merger con la Sony, vedi News) ha messo in stand-by: speriamo che in futuro la situazione si sblocchi. Pensare che Paco de Lucia era pronto a regalarci un 'cameo' su 'Dedicato a te'...". Meglio, a questo punto, guardare al futuro: sì, perché le Vibrazioni hanno nel cassetto tantissimo materiale, che non aspetta altro che essere messo su nastro. "Ci fermeremo a fine settembre e entreremo in un home studio, in Toscana, agli inizi di ottobre", continua Sartorio: "Cercheremo di ricreare, in meglio, la cantina entro la quale Le Vibrazioni sono nate: il disco avrà una certa continuità - a livello di suoni e scrittura - col precedente, ma questa volta cercheremo di lavorare ancora meglio, soprattutto in fase di produzione, cercando magari di utilizzare - in vece degli odierni hard disc - la 'vecchia' bobina. E, naturalmente, autoproducendoci". A questo punto, quando potremmo trovare negli scaffali dei negozi la nuova uscita della band lombarda? "In un periodo che andrà dalla fine di gennaio alla prima metà di febbraio", è la risposta del manager, che aggiunge: "Abbiamo talmente tanto materiale da poter fare uscire - oltre al nuovo album - un live di inediti entro la fine del prossimo dicembre". Un'agenda ricca di impegni, quindi, che non lascia spazio a vacanze dopo una stagione più che positiva: "Per le vacanze non abbiamo tempo", scherzano i ragazzi: "Stiamo già pensando al video che accompagnerà il nostro nuovo singolo: sarà girato in Sardegna e farà il verso alla serie 'A-Team'". "E occhio al finale", interviene Sartorio, "perché potrebbe esserci una sorpresa...".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
11 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.