Beatles: rarissimo acetato con le audizioni per Decca del gennaio 1962 andrà all'asta - FOTO

Beatles: rarissimo acetato con le audizioni per Decca del gennaio 1962 andrà all'asta - FOTO

Il prossimo 22 marzo la casa d'aste Omega Auctions di Warrington (UK) si occuperà della vendita al miglior offerente di un oggetto decisamente interessantissimo - e unico - per gli appassionati della storia del rock e in particolare dei Beatles. Si tratta infatti di un acetato a 78 giri con incisi due brani tratti dall'audizione (andata male) che i Fab Four tennero per la Decca il 1 gennaio 1962: "Till There Was You" e "Hello Little Girl" (attribuite, rispettivamente, a Paul McCartney & The Beatles e John Lennon & The Beatles).

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/uIRV8ajc4R8JBwL6RZrYcGm8Jtg=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fi0.wp.com%2Fwww.beatlesbible.com%2Fwp%2Fmedia%2Ftill-there-was-you-decca-hmv-acetate_01.jpg.jpg

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/OlXDvAXeETnXHVf5rYFQ4B_cLnc=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fi0.wp.com%2Fwww.beatlesbible.com%2Fwp%2Fmedia%2Fhello-little-girl-decca-hmv-acetate_01.jpg

La storia di questo acetato (che l'esperto della band Mark Lewisohn ha definito come "uno dei più rari e ricercati di tutti i dischi dei Beatles") è molto semplice, quasi banale nella sua linearità... fatto che aggiunge ulteriore fascino all'oggetto, che è in pratica rimasto per più di 50 anni imballato in uno strato di carta in una casa privata.

Quando il 1 gennaio del 1962 i Beatles sostennero - fallendola - un'audizione per la Decca, il manager Brian Epstein si fece consegnare le bobine con l'incisione della performance. Pochi giorni dopo le portò alla HMV di Oxford Street (londra), dove si fece stampare qualche copia su acetato - HMV era un negozio di dischi (di proprietà della EMI), ma aveva anche uno studio di registrazione dove era possibile, pagando una piccola somma, incidere direttamente su acetato.
Il tecnico di HMV che si occupò di fare il trasferimento delle bobine su acetato fu Jim Foy, che rimase molto colpito dalla musica del gruppo e ne parlò con l'editore musicale Jim Colman, che a sua volta parlò con George Martin che fu determinante per la firma di un contratto discografico dei Beatles con EMI.

Questo disco, poi, nel 1963 finì nelle mani di Les Maguire (il tastierista dei Gerry and the Pacemakers di Liverpool): proprio Epstein glielo regalò, dopo averlo avuto indietro da Martin. Incredibilmente Maguire ha tenuto il disco per tutto questo tempo nel suo loft. E ha spiegato:

Non sono mai stato un amante dei memorabilia, ma alla gente sembra piacere questa roba. A me non interessa, per cui lo ho dato a mia nipote, che vorrebbe comprarsi una casa dopo aver passato l'esame da contabile. spero che venga venduto per una bella somma.

La vendita all'asta dell'acetato sarà trasmessa anche in streaming; secondo le stime degli esperti l'oggetto dovrebbe arrivare almeno a 10.000 sterline, anche se data l'estrema rarità potrebbe raggiungere un prezzo superiore.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.