Comunicato Stampa: Un summit sul futuro della musica il 18/09 a Verona

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

SUMMIT DEGLI ARTISTI PER IL FUTURO DELLA MUSICA

IL 18 SETTEMBRE A VERONA
“DI CHI E’ LA MUSICA NELL’ERA DIGITALE”,
IL PRIMO CONVEGNO DEDICATO ALLA MUSICA ITALIANA

E’ partito tutto dalla petizione che molti artisti italiani hanno sottoscritto lo scorso 20 luglio a favore della creatività nell’era digitale.
Il 18 settembre, a Verona, si terrà il primo appuntamento con “DI CHI E’ LA MUSICA NELL’ERA DIGITALE”, il convegno dedicato al futuro della musica italiana.
Nel nostro mondo è in atto una vera e propria rivoluzione; tecnologie sempre più sofisticate stanno cambiando il modo di ascoltare e comunicare musica, nuovi protagonisti si affacciano sul mercato, consuetudini e regole, anche recenti, risultano improvvisamente inadeguate, le stesse istituzioni del settore appaiono in difficoltà nel leggere ed interpretare le trasformazioni.
La domanda che il titolo del convegno pone è volutamente provocatoria perché in realtà ciò che conta sapere è chi da domani si farà carico di importanti responsabilità: ridare fiato a un settore che rappresenta anche occupazione, investire nei contenuti, nella ricerca e nel lancio di nuovi talenti, battersi contro la pirateria e contro ogni altra forma di illegalità, sostenere la musica, con una particolare attenzione a quella italiana che può rappresentare un buon veicolo per il made in Italy nel mondo.
Tra i partecipanti al convegno, promosso grazie alla collaborazione dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Verona su iniziativa di Gianmarco Mazzi, parteciperanno il Ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri, il Sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività Culturali Nicola Bono, il Sindaco di Verona Avv. Paolo Zanotto, il Presidente del Consiglio Comunale di Verona Riccardo Caccia, Enzo Mazza, Franco Bixio, Mogol, Caterina Caselli, Claudia Mori, i rappresentanti dei pricipali gestori telefonici e molti tra gli artisti firmatari della petizione.

Questa la petizione degli Artisti del 20 luglio 2004

SI alla musica legale su internet
NO al furto della musica
SI alla copia personale, NO alla pirateria personale
SI noi artisti, musicisti e autori desideriamo che il nostro pubblico abbia l'accesso più ampio possibile alle nostre opere
NO alla demagogia e all'ipocrisia della musica gratis in rete; è normale pagare un computer, una connessione o un abbonamento, il trasporto... e rubare i contenuti, la nostra creatività ?
SI al rapido sviluppo e alla promozione di servizi legali per la distribuzione di musica on line
NO non troviamo normale che il frutto della nostra creatività sovvenzioni lo sviluppo della banda larga o l'accesso alla rete
SI noi vogliamo continuare a negoziare liberamente i nostri diritti con i produttori
NO alla licenza legale per il peer to peer
SI a internet che permetta a tutti di comunicare, di moltiplicare l'offerta e l'accesso alle opere e a remunerare coloro che creano e che producono
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.