Glastonbury 2016, un omaggio a David Bowie: verrà riproposta l'intera esibizione del 2000 - VIDEO e SCALETTA

Glastonbury 2016, un omaggio a David Bowie: verrà riproposta l'intera esibizione del 2000 - VIDEO e SCALETTA

L'edizione 2016 del Festival di Glastonbury riserverà uno speciale omaggio al compianto artista britannico; Michael Eavis, organizzatore della manifestazione, che quest'anno si terrà dal 22 al 26 giugno 2016, in un'intervista concessa ai microfoni di Radio X ha rivelato che anche David Bowie prenderà parte - seppur indirettamente - alla trentaquattresima edizione del festival: per ricordare Bowie, infatti, verrà riproposto sugli schermi del palco il video integrale dell'esibizione che l'artista tenne a Glastonbury nel 2000. Ecco cosa ha detto Michael Eavis:

"Sì, proietteremo il video del suo set del 2000. Lo mostreremo su uno degli schermi e riproporremo l'intera esibizione".


Sul palco dell'edizione del 2000 del Festival di Glastonbury, David Bowie - headliner insieme a Travis e ai Chemical Brothers - propose un totale di 21 brani: aprì la sua esibizione con "Wild is the wind", cover del brano originariamente interpretato da Johnny Mathis, seguito da "China girl" e "Changes", e congedò il pubblico sulle note di "Under pressure" (il brano che incise con i Queen, uscito come singolo nel 1981 e poi incluso nell'album "Hot space" di Freddie Mercury e soci, datato 1982), salvo poi tornare sul palco per l'encore con "Ziggy Stardust", "Heroes", "Let's dance" e "I'm afraid of americans".

Di seguito, vi proponiamo il video integrale dell'esibizione di David Bowie a Glastonbury 2000, della durata di circa 40 minuti, mentre più sotto trovate la scaletta completa dell'esibizione del Duca Bianco:



Caricamento video in corso Link


SETLIST:
"Wild is the wind" (cover di Johnny Mathis)
"China girl"
"Changes"
"Stay"
"Life on Mars?!"
"Absolute beginners"
"Ashes to ashes"
"Rebel rebel"
"Little wonder"
"Golden years"
"Fame"
"All the young dudes"
"The man who sold the World"
"Station to station"
"Starman"
"Hello spaceboy"
"Under pressure"

Encore:
"Ziggy Stardust"
"Heroes"
"Let's dance"
"I'm afraid of americans"

Dall'archivio di Rockol - La storia di "The rise and fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars" di David Bowie
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.