Sanremo 2016: ma gli autori contano qualcosa? Un malcostume da cambiare

Sanremo 2016: ma gli autori contano qualcosa? Un malcostume da cambiare

Fino a pochi anni fa, i giornalisti che desideravano poter ascoltare le canzoni in gara al Festival di Sanremo prima dell’inizio della manifestazione erano costretti a peregrinare fra una e l’altra casa discografica di appartenenza dei cantanti in competizione. Da alcuni anni, invece, e grazie a una apprezzabilissima iniziativa dell’organizzazione del Festival, l’ascolto di tutte le canzoni dei cantanti in gara nella categoria Campioni si svolge collettivamente nella sede RAI di Milano.

A questo ascolto non ho mai partecipato: è una mia scelta fra il rituale e il professionale, che mi permette di ascoltare per la prima volta le canzoni in gara contemporaneamente al pubblico televisivo, e nella versione con orchestra – che è ovviamente diversa dalla versione del disco che viene fatta ascoltare nella sede RAI.

Vi parlo di questo perché ieri, venerdì 22 gennaio, per la prima volta sono stati ufficialmente comunicati i nomi degli autori delle canzoni di Sanremo. Ed è appunto il tema del mio discorso.

Senza prenderla troppo alla lontana: degli autori di canzoni importa poco, alla stampa e ai media in genere. Salvo alcune eccezioni non sono personaggi pubblici, non fanno colore, non sono famosi. Quindi, perché dedicare loro del tempo? E’ un atteggiamento sbagliato, anzi inaccettabile: ma non sono qui a dir male delle cattive abitudini dei colleghi.

Il punto è che sembra che nemmeno a chi degli autori dovrebbe occuparsi e preoccuparsi – e cioè la SIAE, Società Italiana Autori ed Editori, e la FEM, Federazione Editori Musicali, e le varie associazioni di autori, troppe e scoordinate – importi un fico secco che gli autori delle canzoni in gara al Festival ricevano la doverosa visibilità, quella che spetta a chi, con la sua creatività (per usare un termine caro alla SIAE), rende possibile l’esistenza stessa del Festival.

Quando il direttore artistico del Festival, verso metà dicembre, rende noti in pompa magna i nomi dei cantanti e i titoli delle canzoni, i nomi degli autori non sono mai citati, a meno che non si tratti di nomi già noti in quanto anche cantautori oltre che autori. Quando un giornalista chiede l’elenco degli autori delle canzoni, come ho fatto io a metà dicembre, si sente rispondere che non c’è ancora un elenco ufficiale e che appena sarà pronto gli verrà inviato (e mentre sto scrivendo queste righe ancora non mi è stato inviato nulla). Sì, lo so: ci vuole qualche giorno, dopo che una canzone è stata ammessa al Festival, per sistemare gli accordi sulle firme da mettere e quelle da non mettere, sulle ripartizioni delle quote di edizioni, su come compensare in un modo chi non è stato possibile compensare in un altro. Ma è passato più di un mese: e solo ieri, appunto, mi dicono che a corredo dei testi che sono stati dati da leggere ai miei colleghi nella sede RAI di Milano erano indicati anche i nomi degli autori delle canzoni – il collega di Rockol presente all’ascolto li ha trascritti.

Questo stato di cose mi disturba assai, perché da tempo cerco faticosamente di occuparmi professionalmente di una categoria – quella degli autori, appunto – che ritengo complessivamente sottovalutata. Poi però penso anche che toccherebbe agli autori stessi, e a chi li rappresenta, alzare la voce per farsi rispettare. In altre parole: la SIAE e la FEM dovrebbero pretendere – non “chiedere”: esigere! – che ogni volta che viene annunciato o scritto il titolo di una canzone ne vengano citati, oltre all’interprete, anche gli autori. E’ un discorso più ampio sul quale spero di tornare in futuro.

Ciò detto, qui di seguito riporto i titoli delle canzoni dei Campioni e delle Nuove Proposte corredati degli autori – per come siamo riusciti a metterli insieme (per le Nuove Proposte abbiamo anche fatto delle ricerche sul portale SIAE). Spero che siano tutti corretti: se non lo sono, qualcuno magari ce lo farà sapere.

(Franco Zanetti)

 

Canzoni dei Campioni

 

Arisa - "Guardando il cielo", testo e musica di Giuseppe Anastasi

 

Annalisa - "Il diluvio universale", di Diego Calvetti (testo e musica) e Annalisa (testo)

 

Alessio Bernabei - "Noi siamo infinito", di Dario Faini e Ivan Amatucci (musica) e Roberto Casalino (testo)

 

Bluvertigo - "Semplicemente", di Morgan Castoldi (testo e musica)

 

Giovanni Caccamo e Deborah Iurato - "Via da qui", di Giuliano Sangiorgi (testo e musica)

 

Clementino - "Quando sono lontano", di Vincent Stein e Konstantin Scherer (musica) e Clemente Maccaro (testo)

 

Dear Jack - "Mezzo respiro", di Roberto Balbo, Stefano Paviani, Leiner Riflessi  (testo) e di Roberto Balbo, Stefano Paviani, Leiner Riflessi e Claudio Corradini (musica)

 

Dolcenera - "Ora o mai più", di Dolcenera e Alessandro Finazzo, ovvero Finaz della Bandabardò (musica) e Dolcenera (testo)

 

Elio e le Storie Tese - "Vincere l'odio", di Sergio Conforti e Stefano Belisari (musica), Riccardo Fasani, Davide Civaschi, Sergio Conforti e Stefano Belisari (testo)

 

 

Irene Fornaciari - "Blu", di Giuseppe Dati, Irene Fornaciari, Marco Fontana, Diego Calvetti

 

Lorenzo Fragola - "Infinite volte", di Lorenzo Fragola, Antonio Filipelli, Fabrizio Ferraguzzo, Rosario Canale e Rory Di Benedetto (testo e musica)

 

Francesca Michielin - "Nessun grado di separazione", di Francesca Michelin, Federica Abbate  e Cheope (testo), Fabio Gargiulo, Federica Abbate, Cheope (musica)

 

Neffa - "Sogni e nostalgia", di Giovanni Pellino (testo e musica)

 

 

Noemi - "La borsa di una donna", di Marco Masini, Marco Adami e Antonio Iammarino (testo), Marco Adami e Antonio Iammarino (musica)

    

 

Rocco Hunt - "Wake up", di Rocco Hunt (testo) e Rocco Hunt, Simone Benussi e Vincenzo Catanzaro (musica)

 

Enrico Ruggeri - "Il primo amore non si scorda mai", di Enrico Ruggeri (testo e musica)

 

Valerio Scanu - "Finalmente piove", di Fabrizio Moro (testo e musica)

 

 

Stadio - "Un giorno mi dirai", di Saverio Grandi, Luca Chiaravalli e Gaetano Curreri (musica), Saverio Grandi (testo)

 

 

 

Zero Assoluto - "Di me e di te", di Thomas de Gasperi, Antonio Filippelli, Matteo Maffucci (testo) e Thomas de Gasperi, Matteo Maffucci, Luca Vicini “Vicio” dei Subsonica e Antonio Filippelli (musica)

 

 

 

Patty Pravo - "Cieli immensi", di Fortunato Zampaglione (testo e musica)

 

 

Canzoni delle Nuove Proposte

 

Cecile - "N.E.G.R.A." (testo e musica di Lorenzo Dallamano Lombardi)

Chiara Dello Iacovo - "Introverso" (testo e musica di Chiara Dello Iacovo)

Francesco Gabbani - "Amen" (testo e musica di Francesco Gabbani e Fabio Ilacqua)

Michael Leonardi - "Rinascerai" (testo di Michael Aaron Vaiassini, Emanuela Giacca e Emilio Rentocchini, musica di Michael Aaron Vaiassini)

Ermal Meta - "Odio le favole" (testo e musica di Ermal Meta)

Miele - "Mentre ti parlo" (testo e musica di Manuela Paruzzo e Andrea Rodini)

Mahmood - "Dimentica" (testo e musica di Alessandro Mahmoud)

Irama - "Cosa resterà" (testo e musica di Irama, Giulio Nenna)

 

 

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.