Litfiba Channel, la chiusura e le precisazioni della SIAE: 'Nessuna multa, e nessuna comunicazione del loro accordo col gruppo'

Litfiba Channel, la chiusura e le precisazioni della SIAE: 'Nessuna multa, e nessuna comunicazione del loro accordo col gruppo'

Interpellata da Rockol, la Società Italiane degi Autori ed Editori ha risposto al comunicato diramato lo scorso sabato, 16 gennaio, dai responsabili di Litfiba Channel, Web radio - gestita da fan - consacrata alla band di Piero Pelù e Ghigo Renzulli (nella foto) che ha ammesso di aver chiuso i battenti a causa di una "soffiata" alla SIAE, che intervenuta avrebbe comminato all'emittente "sanzioni dai costi insostenibili" per staff della stessa provocando così l'interruzione definitiva delle trasmissioni.


Innanzitutto, nessuna sanzione sarebbe stata inflitta a Litfiba Channel, ma sarebbe stato richiesto - dalla SIAE - solo il versamento della quota per la licenza richiesto a tutte le Web radio:


"La Web radio era priva di licenza e quindi, per loro stessa ammissione, era 'pirata' da sei anni. Ciò nonostante, l’invito a regolarizzare non prevedeva alcuna multa, ma il puro e semplice pagamento dei compensi, alla pari con le centinaia di Web radio legali che sono on line in Italia.
Le licenze della SIAE sono per l’intero repertorio amministrato e quindi non fa differenza se la diffusione riguarda un solo gruppo, nel caso i Litfiba. In casi specifici, se la band ha dato il consenso, si può pensare – come detto sopra – a una licenza di autopromozione invece che Web radio"


Il punto più importante della disputa, però, riguarda la presunta autorizzazione data dai Litfiba all'utilizzo del loro repertorio da parte della radio. I responsabili dell'emittente, nel comunicato di chiusura, dichiaravano infatti di avere "l'ufficialità da una band conosciuta a livello mondiale che ci garantiva di poter trasmettere liberamente la propria musica", sollevando la stazione dal versamento di qualsiasi quota. Per la SIAE, tuttavia, l'operazione non è tecnicamente possibile:


"Non è possibile cedere i propri diritti in uso gratuito. L’autorizzazione non vale per i diritti assegnati alla SIAE. Non sono possibili licenze gratuite ma, se ricorrono i requisiti, la SIAE concede licenze di autopromozione con tariffe molto contenute"


Rimane il fatto, però, che i responsabili della radio sostengano di aver ricevuto l'imprimatur dal gruppo alla trasmissione del repertorio targato Litfiba. In ogni caso, la concessione non è stata portata all'attenzione della SIAE, che spiega:


"La Web radio Litfiba Channel ha ricevuto l’invito a regolarizzare, ma nessuno ha preso contatto con noi né in alcun modo spiegato la loro particolarità né mostrato l’asserito consenso del Gruppo. Detto invito è parte dell’attività di legalizzazione del mercato web radio che la SIAE sta da tempo conducendo in collaborazione con l’associazione di categoria WRA [Web Radio Associate]"

Dall'archivio di Rockol - Le pillole di saggezza dei Litfiba
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.