USA, dischi in ripresa stabile: + 7 %

Un’infornata di hit capaci di aggiudicarsi i primi quattro posti in classifica (si tratta dei nuovi album di Tim McGraw, R. Kelly, Young Buck e Mase) tiene alto il ritmo delle vendite di dischi negli Stati Uniti, tra i pochi mercati ad essersi ripresi, si direbbe, dalla grande crisi degli anni 2000.

Gli acquisti settimanali, informano le statistiche ufficiali, hanno superato del 9,2 % quelli dello stesso periodo dell’anno scorso. Quel che più conta, però, è che il numero di dischi smerciati fino ad ora nel 2004 (27,7 milioni di pezzi) sopravanza del 7,2 % le quantità dell’anno scorso, e che 29 settimane su 35 hanno registrato un aumento delle vendite: in barba al fatto che gli Stati Uniti sono il paese più colpito dal file sharing e dal downloading “pirata” da Internet.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.