Spotify, class action monstre da 150 milioni di dollari capitanata da David Lowery (Camper Van Beethoven)

Il frontman dei Camper Van Beethoven David Lowery ha depositato presso il tribunale di Los Angeles una class action nei confronti di Spotify richiedendo la cifra record di 150 milioni di dollari per il mancato versamento di diritti d'autore ai legittimi titolari: l'artista, che accanto alla carriera di musicista con il gruppo californiano è titolare di una cattedra di economia presso l'Università della Georgia, ha accusato il gigante dello streaming di aver reso disponibili senza le autorizzazioni necessarie - e, quindi, senza i dovuti accordi commerciali - le composizioni di oltre 75 milioni di utenti del servizio. A sostegno della sua tesi, Lowery ha denunciato l'istituzione di un fondo, da parte della società svedese - che secondo fonti riportate da Billboard si aggirerebbe tra i 17 e i 25 milioni di dollari, atto a rimborsare gli iscritti non regolarmente contattati per una regolare messa a punto di un accordo. Nei termini della class action, a carico di Spotify, figurerebbero anche le spese legali di tutti gli eventuali partecipanti al procedimento legale collettivo.

 

Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.