Voci: a Natale i Beatles finalmente disponibili sulle piattaforme di musica in streaming

Voci: a Natale i Beatles finalmente disponibili sulle piattaforme di musica in streaming

Al momento si tratta di semplici voci non confermate, ma a riportarle è "Billboard", forte di alcuni contatti con insider e fonti ovviamente anonime: sembrerebbe che a Natale 2015 i leggendari Fab Four (i Beatles) approderanno finalmente nell'universo dello streaming online, rendendo il proprio catalogo disponibile per le diverse piattaforme che operano in questo settore.

Secondo le fonti di "Billboard" ci sarebbero fortissimi segnali che puntano in questa direzione; del resto già nel 2014 c'erano state voci su una trattativa in corso fra Apple Records (la casa discografica fondata dai Beatles) e una non ben definita piattaforma di streaming per un'esclusiva sul catalogo della band a tempo determinato, cioè per una finestra di sei mesi. Il tutto era però poi caduto nel dimenticatoio, ma altri contatti e negoziazioni hanno avuto luogo, tanto che a quanto pare lo scorso settembre sarebbe stato firmato un accordo.

Le fonti di "Billboard" lasciano intendere che la musica dei Beatles potrebbe arrivare - se non direttamente a tutte - almeno alle principali piattaforme di streaming on demand (ricordiamo che il catalogo del gruppo è invece già presente in Pandora, web radio che però non è disponibile per gli utenti italiani e che non essendo un servizio on demand può beneficiare della musica di McCartney, Starr, Lennon e Harrison senza limitazioni, in virtù di differenti regole a livello di licensing e diritti).

Al momento i rappresentanti delle piattaforme di streaming contattati dalla testata statunitense non hanno commentato la notizia.

Caricamento video in corso Link

I Beatles di norma sono fra le band più restie ad abbracciare l'universo della musica liquida digitale (e le nuove tecnologie): molti ricorderanno la loro assenza dall'iTunes Store di Apple, che si è protratta per ben sei anni dalla creazione della piattaforma. Ma quando, finalmente, la band ha ceduto, ha venduto qualcosa come due milioni di singole canzoni in una sola settimana.

Dall'archivio di Rockol - Giles Martin racconta "Sgt. Peppers Lonely Heart Club Band"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.