Sanremo 2016: tutto quello che c'è da sapere sui 20 big in gara

Sanremo 2016: tutto quello che c'è da sapere sui 20 big in gara

Sono stati resi noti oggi pomeriggio, durante il programma "L'Arena", in diretta su Rai1, i nomi dei 20 big in gara al Festival di Sanremo 2016. Conosciamo ora da più vicino i venti cantanti in gara:

Deborah Iurato e Giovanni Caccamo - "Via da qui": vincitore tra i "giovani" lo scorso anno, Caccamo torna in gara a Sanremo, stavolta tra i "big"; negli ultimi mesi il cantautore è stato impegnato con le lavorazioni del suo nuovo album di inediti, il seguito del disco di debutto "Qui per te", che dovrebbe uscire proprio nella settimana del Festival, e ha inoltre firmato alcune canzoni poi registrate da altri cantanti: tra queste anche "Finalmente", contenuta all'interno dell'ultimo album in studio di Emma, e "Da sola" per Deborah Iurato. E proprio con la vincitrice di Amici 13, per la prima volta in gara a Sanremo, Caccamo condividerà il palco dell'Ariston.

Noemi - "La borsa di una donna": discograficamente ferma a "Made in London" del 2014, la rossa cantante romana sta per tornare sulle scene con un nuovo disco al quale ha lavorato negli scorsi mesi: diversi pezzi del disco sarebbero nati in un convento a Poggio Nativo, nei pressi di Rieti, vicino Roma, dove Noemi si sarebbe "rifugiata" la scorsa estate per cercare di mettere insieme le idee e per capire come avrebbe dovuto essere il nuovo disco. Tra gli autori delle canzoni figurerebbero anche Vasco Rossi e Gaetano Curreri, come una serie di indizi pubblicati dalla stessa Noemi sui social lascerebbero intuire; il rocker di Zocca e il cantante degli Stadio, lo ricordiamo, nel 2011 firmarono per Noemi "Vuoto a perdere", primo singolo estratto dall'album "Rossonoemi". La cantante torna a Sanremo per la quarta volta in carriera, dopo aver già calcato il palco dell'Ariston in gara tra i "big" nel 2010 con "Per tutta la vita", nel 2012 con "Sono solo parole" (terza classificata) e nel 2014 con "Bagnati dal sole".

Alessio Bernabei - "Noi siamo infinito": dopo aver abbandonato (forse momentaneamente) i Dear Jack per avviare un percorso discografico come solista, nelle scorse settimane il cantante ha firmato un contratto discografico con Warner Music per la pubblicazione di tre album. Il primo dovrebbe uscire il prossimo febbraio, in concomitanza con la partecipazione di Alessio - che aveva già calcato il palco dell'Ariston lo scorso anno, con i Dear Jack - al Festival di Sanremo 2016.

Enrico Ruggeri - "Il primo amore non si scorda mai": invitato da Carlo Conti e dai suoi a partecipare tra i "big" già lo scorso anno, proprio all'ultimo minuto - per questioni organizzative - l'ex frontman dei Decibel fu costretto a rinunciare, partecipando comunque al Festival 2015 come ospite (cantò dal vivo il brano "Tre signori", omaggio a Gaber, Iannacci e Faletti). Per Ruggeri, che all'inizio del 2015 ha pubblicato l'album "Pezzi di vita", si tratta della decima partecipazione in gara a Sanremo: l'ultima volta risale al 2010, anno in cui il cantautore presentò sul palco dell'Ariston il brano "La notte delle fate" (non finalista).

Arisa - "Guardando il cielo": Arisa torna in Riviera per il terzo anno consecutivo, dopo aver vinto tra i "big" nel 2014 con "Controvento" e dopo aver condotto insieme a Carlo Conti e ad Emma la scorsa edizione del Festival; a febbraio pubblicherà il suo nuovo album di inediti, il sequel di "Se vedo te", le cui lavorazioni si sono svolte in Spagna. Per la cantante si tratta della quinta partecipazione a Sanremo: Arisa vinse tra le "nuove proposte" nel 2009 con "Sincerità", tornò in gara tra i "big" nel 2010 con "Malamorenò", poi ancora nel 2012 con "La notte" (secondo posto nella classifica finale, dietro a "Non è l'inferno" di Emma e davanti a "Sono solo parole" di Noemi), dunque la vittoria nel 2014 con "Controvento".

Rocco Hunt - "Wake up": il rapper partenopeo torna all'Ariston tre anni dopo la vittoria tra i "giovani" con "Nu juorno buono"; lo scorso ottobre Rocco ha pubblicato il suo terzo album in studio, "SignorHunt", contenente collaborazioni con Enzo Avitabile, J-Ax e Gué Pequeno, Clementino, Chiara e Mario Biondi, il quale potrebbe tornare nei negozi in versione repackaging il prossimo febbraio, contenente anche il pezzo sanremese.

Dear Jack - "Mezzo respiro": rimasta orfana del frontman Alessio Bernabei, la band - che ha accolto nella sua formazione il cantante Leiner Riflessi, già concorrente della scorsa edizione di X Factor - torna a Sanremo per il secondo anno consecutivo dopo il settimo posto di "Il mondo esplode (Tranne noi)" al Festival dello scorso anno. A febbraio, i Dear Jack pubblicheranno il loro nuovo album di inediti, il sequel di "Domani è un altro film (Seconda parte)" e il primo inciso con la nuova formazione senza il cantante Alessio Bernabei.

Stadio - "Un giorno mi dirai": Gaetano Curreri e soci tornano in gara a Sanremo per la quinta volta in carriera, dopo l'ultimo posto di "Allo stadio" del 1984, l'ultimo posto di "Canzoni alla radio" del 1986, il quinto posto di "Lo zaino" del 1999 (la canzone fu scritta da Vasco, con il quale Curreri ha pure composto canzoni poi portate al successo da interpreti importanti come Patty Pravo e Noemi, "E dimmi che non vuoi morire" e "Vuoto a perdere" su tutti), il tredicesimo posto di "Guardami" nel 2007. L'ultimo lavoro di inediti degli Stadio, "Diamanti e caramelle", risale al 2011.

Lorenzo Fragola - "Infinite volte": l'ex vincitore di X Factor torna a calcare il palco dell'Ariston dopo appena un anno dalla sua prima partecipazione con "Siamo uguali"; Lorenzo Fragola, che lo scorso marzo ha pubblicato il suo primo album "1995" e che negli scorsi mesi è stato impegnato con il tour di supporto al disco, nelle ultime settimane ha trovato il tempo per lavorare a nuove canzoni da pubblicare in concomitanza con il ritorno a Sanremo.

Annalisa - "Il diluvio universale": terza partecipazione a Sanremo in quattro anni per la cantautrice savonese, che ha debuttato sul palco dell'Ariston nel 2013 con "Scintille" (presentata insieme a "Non so ballare"), tornandoci poi lo scorso anno con "Una finestra tra le stelle" (quarto posto nella classifica finale). All'inizio del 2015 Annalisa ha consegnato al mercato l'album "Splende", dal quale sono stati estratti - oltre al pezzo sanremese - i singoli "Sento solo il presente", "L'ultimo addio", "Vincerò" e "Splende"; il disco potrebbe tornare nei negozi a febbraio in versione repackaging, contenente la canzone che Annalisa presenterà in gara al Festival di Sanremo 2016.

Irene Fornaciari - "Blu": Irene torna a Sanremo per la quarta volta in carriera, la terza come "big" in gara, dopo aver concorso tra i "giovani" nel 2009 con "Spiove il sole", e tra i "big" nel 2010 e nel 2012 con - rispettivamente - "Il mondo piange" e "Grande mistero". Come ha lasciato intendere Carlo Conti nell'annunciare la sua partecipazione a Sanremo, il brano che la cantautrice porterà in gara quest'anno affronta il tema dell'immigrazione e le tragedie del Mediterraneo. Il suo ultimo album di inediti, "Grande mistero", risale al 2012.

Zero assoluto - "Di te e di me": il duo formato da Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci (figlio di Mario Maffucci, responsabile per la RAI del Festival di Sanremo dal 1982 al 2000), torna in gara a Sanremo a distanza di otto anni dall'ultima volta; si tratta della terza partecipazione degli Zero Assoluto, che avevano calcato il palco dell'Ariston come "big" in gara al Festival già nel 2006 con la hit "Svegliarsi la mattina" e nel 2007 con "Appena prima di partire". L'ultimo disco di inediti del duo, "Alla fine del giorno", è uscito nel 2014.

Dolcenera - "Ora o mai più": lo scorso anno, alla vigilia dell'annuncio dei nomi dei "big" in gara al Festival di Sanremo 2015, la cantautrice salentina era data tra i papabili cantanti in gara, ma il suo nome non comparve nella lista ufficiale annunciata da Carlo Conti. In un primo momento si era dunque pensato ad una possibile esclusione della cantautrice salentina: in realtà, tuttavia, Dolcenera non aveva presentato alcun pezzo alla commissione musicale del Festival. Lo ha fatto quest'anno, facendo ascoltare a Carlo Conti e ai suoi una canzone - rimasta fuori dalla tracklist del suo ultimo disco - che lei stessa ha descritto a Rockol come "un brano molto importante, particolare per il messaggio che propone. Ha un testo che arriva nelle viscere e anche musicalmente parlando è decisamente innovativa". La canzone figurerà all'interno della riedizione dell'ultimo lavoro in studio della cantautrice, "Le stelle non tremano", originariamente pubblicato lo scorso settembre e atteso - in versione repackaging - per la settimana del Festival. Dolcenera torna a Sanremo per la quinta volta in carriera: vinse tra i "giovani" nel 2003 con "Siamo tutti là fuori", si presentò in gara tra i "big" con "Com'è straordinaria la vita", poi di nuovo nel 2009 con "Il mio amore unico" (che non ebbe accesso alla serata finale ma che si rivelò essere una delle canzoni di maggiore successo di quell'annata) e, infine, nel 2012 con "Ci vediamo a casa".

Clementino - "Quando sono lontano": il rapper partenopeo aveva già avuto modo di esibirsi sul palco dell'Ariston nel 2013, affiancando gli Almamegretta - in qualità di ospite - nell'esecuzione della cover del "Ragazzo della via Gluck": ora, Clementino, che già lo scorso anno aveva tentato di partecipare al Festival, senza successo, si appresta a gareggiare per la prima volta tra i "big" di Sanremo. Il suo ultimo disco di inediti è "Miracolo!", uscito lo scorso mese di aprile.

Patty Pravo - "Cieli immensi": Patty Pravo è pronta a tornare sulle scene con un nuovo album di inediti, ideale seguito di "Nella terra dei pinguini" del 2011, al quale sta lavorando ormai da diversi mesi e che è stato prodotto da Michele Canova. All'interno del disco figurerebbero canzoni scritte da autori quali Giuliano Sangiorgi dei Negramaro (Patty Pravo aveva inciso già le sue "Unisono" e "Cielo"), Ermal Meta e Niccolò Agliardi (autori di "Non mi interessa", singolo uscito ormai nel 2013), Vasco Rossi e Gaetano Curreri (autori della hit "E dimmi che non vuoi morire", premio della critica al Festival di Sanremo 1997, che hanno firmato il singolo "La luna", originariamente destinato a Fiorella Mannoia), Emis Killa (protagonista pure di un duetto), Virginio Simonelli, Tiziano Ferro, Gianna Nannini e Zibba. Si tratta della partecipazione numero dieci di Patty Pravo al Festival di Sanremo: l'ultima risale al 2011, anno in cui la Strambelli presentò sul palco dell'Ariston il brano "Il vento e le rose", non riuscendo tuttavia a guadagnarsi un posto in finale.

Valerio Scanu - "Finalmente piove": sei anni dopo la vittoria tra i "big" con "Per tutte le volte che", brano scritto da Pierdavide Carone, Valerio Scanu torna in gara al Festival di Sanremo per la prima volta come artista indipendente, dopo la rottura con la EMI (casa discografica che aveva curato la pubblicazione dei suoi album dal 2009, anno in cui il cantante sardo emerse grazie ad Amici, fino al 2013). Come lasciato intuire da Carlo Conti, il pezzo che Scanu porterà in gara al Festival 2016 porta la firma di un importante autore italiano il cui nome non è stato tuttavia rivelato. L'ultimo disco di Valerio, "Lasciami entrare", è uscito nel 2014.

Morgan e i Bluvertigo - "Semplicemente": nella settimana del Festival pubblicheranno il loro nuovo album in studio, sequel di "Zero - ovvero la famosa nevicata dell'85" (nel 2008 era comunque uscita la raccolta "MTV Storytellers - Bluvertigo"); il disco, il primo post-reunion, porta per titolo "Tuono - tono, tempo, suono" ed è stato presentato da Morgan a Rockol come "un album di rottura rispetto al passato dei Bluvertigo, dalle sonorità variegate e diverse, pieno di influenze e di cose mai sentite". Lo scorso maggio la band aveva pubblicato il primo singolo ufficiale estratto dall'album, "Andiamo a Londra", presentato sul palco del Concertone del Primo Maggio di Piazza San Giovanni a Roma, scritto da Morgan insieme a Mika e Guy Chambers. I Bluvertigo tornano a Sanremo a distanza di quindici anni esatti dalla loro prima e unica partecipazione: era il 2001, infatti, quando il quartetto guidato da Morgan si presentò in gara tra i "big" con "L'assenzio (The power of nothing)", piazzandosi all'ultimo posto. Nel 2010 Morgan avrebbe dovuto partecipare al Festival, tra i "big", con il brano "La sera"; in seguito ad alcune dichiarazioni sulla droga, tuttavia, a pochi giorni dalla partenza del Festival, che quell'anno era condotto da Antonella Clerici, il cantautore fu escluso dalla competizione. L'anno successivo, poi, Morgan avrebbe dovuto inoltre calcare il palco dell'Ariston come ospite di Patty Pravo per un duetto sulla canzone che la cantante aveva portato in gara, "Il vento e le rose", la quale fu tuttavia eliminata prima della serata dei duetti - i due registrarono comunque il duetto, che fu incluso all'interno dell'album "Nella terra dei pinguini" di Patty Pravo.

Francesca Michielin - "Nessun grado di separazione": debutto assoluto in gara per la giovane cantante di Bassano del Grappa, che nel 2012 aveva calcato il palco del Teatro Ariston duettando con Chiara Civello sulle note di "Al posto del mondo" (canzone in gara tra i "big" della 62esima edizione del Festival). Francesca Michielin ha da poco consegnato al mercato l'album "di20", che - nonostante il successo radiofonico e di vendite dei singoli "L'amore esiste", "Battito di ciglia" e "Lontano" - non è riuscito ad imporsi del tutto nelle vendite: la partecipazione a Sanremo rappresenta per Francesca l'opportunità per consegnare al mercato un repackaging del disco, contenente anche il pezzo sanremese.

Elio e Le Storie Tese - "Vincere l'odio": la formazione guidata da Stefano Belisari torna a Sanremo tre anni dopo il secondo posto della "Canzone mononota"; "Sanremo? Fosse per noi ci andremmo tutti gli anni, ma abbiamo un forte senso autocritico che ci fa pensare di non avere il pezzo adatto", avevano detto gli Elii a Rockol lo scorso novembre, presentando il "Piccoli energumeni tour" che debutterà in primavera a Milano e a Roma. A quanto pare, il gruppo di "Born to be Abramo" questo pezzo lo ha trovato e si appresta dunque a tornare a calcare il palco dell'Ariston in gara tra i "big" per la terza volta dopo il secondo posto di "La terra dei cachi" del 1996 e, appunto, quello della "Canzone mononota" del 2013. In concomitanza con il ritorno a Sanremo Elio e Le Storie Tese, che hanno da poco pubblicato il box "Cacolatini. Il vero gusto italiano" (contenente i primi tre album della band), pubblicheranno il loro nuovo album di inediti, ideale seguito dell'"Album biango" del 2013.

(di Mattia Marzi)

Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.