Sanremo 2016, le Nuove Proposte. Parla Francesco Gabbani, in gara con 'Amen': 'E' il mio omaggio a Franco Battiato'

Sanremo 2016, le Nuove Proposte. Parla Francesco Gabbani, in gara con 'Amen': 'E' il mio omaggio a Franco Battiato'

"'Amen'? E' una canzone che ho concepito quasi come un omaggio al Maestro, Franco Battiato": così il cantautore toscano Francesco Gabbani presenta a Rockol la canzone che porterà in gara, tra le "Nuove Proposte", al Festival di Sanremo 2016.

"Ha un aspetto apostolico e un po' apocalittico. Ho scritto questo brano insieme a Fabio Ilacqua, che ne ha firmato il testo. L'intenzione era quella di fare qualcosa che avesse un sapore davvero apocalittico", spiega Gabbani, "'Amen' ha una melodia orecchiabile e un ritmo ballabile, ma chi ha voglia di addentrarsi nel vero significato della canzone si ritroverà a riflettere sul sistema mediatico in cui viviamo: nella società di oggi, tutto è 'usa e getta', la frenesia della comunicazione dà vita a dei paradossi, a un ribaltamento dei valori. Si cerca un miracolo che salvi tutto, ma in realtà questo miracolo dobbiamo trovarlo dentro di noi: siamo noi il miracolo. La natura non cambia, siamo noi che dobbiamo cambiare nei confronti delle cose".

CLICCA QUI PER ASCOLTARE "AMEN", LA CANZONE CHE FRANCESCO GABBANI PRESENTERÀ IN GARA TRA LE "NUOVE PROPOSTE" AL FESTIVAL DI SANREMO 2016.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DI "AMEN"

Nato a Carrara nel settembre del 1982, Francesco Gabbani si avvicina al mondo della musica da piccolissimo, complice anche il fatto che la sua famiglia possiede l'unico negozio di strumenti musicali della città; durante l'infanzia studia prima la batteria, poi la chitarra: "La mia passione per la musica nasce grazie a mio papà, un musicista.

Sono cresciuto in mezzo agli strumenti e in un ambiente che trasudava di musica", racconta lui, "ben presto ho capito che la musica sarebbe stata la mia forma di comunicazione e di espressione". Francesco scrive le sue prime canzoni a 13 anni, poi verso i 18 fonda una band, i Trikobalto, insieme ai quali registra due album (il primo prodotto dai Planet Funk) e si esibisce su palchi importanti come quello dell'Heineken Jammin' Festival, aprendo pure i concerti degli Oasis e Stereophonics: "Con i Trikobalto provammo pure ad arrivare a Sanremo, ma senza successo", ricorda Francesco, "poi nel 2010 ho sentito l'esigenza di intraprendere un percorso solista, visto che di successi veri e propri non se ne vedevano. Dopo aver pubblicato una manciata di singoli, nel 2013 ho realizzato il mio primo album ufficiale, 'Greitist iz'". Parlando della sua formazione musicale, poi, Gabbani dice di non avere "miti musicali" e di essere "cresciuto con ascolti variegati": "Mi attrae tutto quello che mi emoziona, dal jazz al funk, dal metal alla classica, passando per il pop. La musica deve far muovere lo stomaco: che lo faccia con una chitarra distorta o con un pianoforte è poco importante". A proposito della sua partecipazione al Festival di Sanremo, Francesco dice: "Ho provato diverse volte ad entrare nella rosa dei giovani, prima con i Trikobalto, poi da solo, ma solo quest'anno ce l'ho finalmente fatta. Con il Festival ho un bel rapporto: penso che, al di là dei gusti personali, Sanremo sia una manifestazione nazional-popolare di grande importanza. Negli ultimi decenni l'ho seguito molto, soprattutto per cultura: mi interessa capire quello che gira nell'ambiente musicale italiano. Vedo il palco dell'Ariston come un trampolino di lancio, come una grande opportunità: d'altronde, è stata la piattaforma di partenza per tanti artisti". E riaprendo il discorso su Franco Battiato, che ha ispirato il pezzo sanremese, "Amen", aggiunge: "Battiato è una fonte di ispirazione, per me, una colonna portante della mia cultura: fa parte del mio background sia dal punto di vista musicale che come soggetto umano. L'ho studiato, lo conosco molto bene. Se ho timore di essere accostato a lui? Assolutamente no, mi fa davvero piacere, anche se riconosco di avere caratteristiche vocali completamente differenti".

Una curiosità: nel 2013 Raffaella Carrà ha inciso per il suo album "Replay" una canzone la cui musica è stata scritta da Francesco Gabbani (insieme a Gianni Bini), intitolata "Toy boy": "Il mio editore dell'epoca fece ascoltare a Raffaella un po' di materiale che tenevo chiuso nel cassetto. La Carrà ha scelto 'Toy boy', che non era assolutamente stato pensato per lei", racconta il cantautore, "diciamo che è stata una parentesi, ecco". Poi, rivela: "In quest'ultimo periodo sono tornato a scrivere per altri: nel corso del 2016 usciranno alcuni dischi importanti di musica italiana all'interno dei quali figurano anche mie canzoni. Non posso svelare altri dettagli, però...". E a proposito della sua attività di autore: quest'anno Francesco Gabbani ha firmato un contratto in esclusiva con BMG Rights Management in qualità di autore: "Sono molto felice di lavorare con loro. Mi hanno contattato dopo aver ascoltato alcune mie canzoni, probabilmente attraverso il passaparola, e mi hanno detto gli avrebbe fatto piacere intraprendere una collaborazione con me", spiega lui, "mi piace molto l'approccio che hanno sull'analisi della qualità: non cercano necessariamente un risultato commerciale, sono rispettosi dell'identità dell'artista".

Proprio BMG consegnerà al mercato il nuovo album di Francesco Gabbani, che dovrebbe uscire nella settimana del Festival di Sanremo: "Stiamo scegliendo i brani, voglio canzoni che mi rappresentino veramente. Le tematiche saranno varie, con canzoni che racconteranno il mio punto di vista e le mie sensazioni sull'approccio alla vita e alle emozioni. Alcune sono state firmate insieme a Fabio Ilacqua", racconta Francesco alla fine della nostra chiacchierata, "in questo momento siamo in fase di pre-produzione, tra una settimana entreremo in studio. Il disco è prodotto da Pat Simonini, della crew di Michele Canova. Mi auguro che il 2016 sia una bella annata".

(di Mattia Marzi)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.