Scheletri nell’armadio: i piaceri (musicali) inconfessabili di Claudio Todesco (1 / 11)

Ma quali scheletri negli armadi, ho pensato leggendo l’articolo con il quale il direttore Franco Zanetti ha lanciato questa serie di confessioni scabrose. Nell’era della condivisione degli ascolti e dello sdoganamento del pop, i piaceri proibiti non esistono più, mi sono detto, e mi sono sentito intelligente e contemporaneo. Poi ho pensato alle vaccate che ho ascoltato in vita mia e mi sono sentito un po’ più stupido. Ecco dieci scheletri più o meno stagionati, neanche i peggiori. Non faccio confessioni su “Der Kommissar” di Falco senza un aumento del compenso.

(Claudio Todesco)



Se volete veder pubblicata da Rockol la vostra personale lista di “scheletri nell’armadio”, inviatela (interprete, titolo e link youtube) a scheletri@rockol.it

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.