Gran Bretagna, dopo 5 anni crescono le vendite di singoli formato CD

Tornano a sorridere, i discografici inglesi, dopo che per la prima volta dal 1999 le vendite di CD singoli riprendono a salire (vedi News). Da aprile a giugno, informa la British Phonographic Industry, il mercato è cresciuto del 15,4 % sullo stesso periodo dell’anno precedente, totalizzando 6,6 milioni di pezzi venduti: merito, secondo l’associazione di categoria, dell’introduzione sul mercato di singoli a due tracce a prezzo più ridotto e della popolarità diffusa di canzoni come “F..k it (I don’t want you back)” di Eamon, la hit più venduta del trimestre.
Per l’industria inglese non è l’unica buona notizia: sull’onda del lancio locale di iTunes e di Napster, negli ultimi tre mesi nel Regno Unito si sono venduti un milione e mezzo di download legali.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.