NEWS   |   Metal / 22/11/2015

Annullato il live dei Five Finger Death Punch a Milano per paura di attentati

Annullato il live dei Five Finger Death Punch a Milano per paura di attentati

Già nel tardo pomeriggio del 21 novembre, alcuni siti statunitensi, riportavano la notizia secondo cui il concerto dei Five Finger Death Punch del 22 novembre, all'Alcatraz di Milano, avrebbe potuto essere obiettivo di un attentato di matrice islamica - sulla falsariga di quanto avvenuto a Parigi il 13 novembre scorso. L'informazione sarebbe stata data dalla rete Anonymous, che avrebbe identificato una serie di luoghi nel mirino del terrorismo in questi giorni (è però giunta una smentita da Anonymous che nega di avere dato queste indicazioni)

E proprio a causa di questo allarme ora giunge notizia che l'organizzazione ha annullato la data della metal band statunitense: quindi l'Alcatraz non ospiterà il concerto come previsto e il live è saltato.

Di seguito il comunicato stampa ufficiale diramato da Live Nation:

Comunichiamo che lo show di stasera, 22.11, di FIVE FINGER DEATH PUNCH e PAPA ROACH che avrebbe dovuto svolgersi all'Alcatraz di Milano, è stato cancellato a causa delle minacce veicolate dal web, poi smentite, e della crescita allerta anche in alcune città italiane.

Su richiesta ed in accordo con le band, per la tranquillità di tutti, è stato deciso di cancellare il concerto.

È intenzione dei gruppi recuperare lo show nel più breve tempo possibile, ma al momento non siamo ingrado di di comunicare una data certa.

Daremo le informazioni per il rimborso dei biglietti nella giornata di domani.

Già alle prime luci dell'alba del 22 novembre sul cancello del locale milanese era esposto un cartello che annuncia la cancellazione del concerto:

Anche la pagina ufficiale del gruppo comunica l'annullamento del live con questo messaggio:

Come alcuni di voi sapranno, ci sono state parecchie voci sul fatto che il concerto di domenica 22 novembre, a Milano, avrebbe potuto essere bersaglio di una nuova ondata di attacchi terroristici come quelli di Parigi la scorsa settimana. Abbiamo fatto del nostro meglio e nei tempi più stretti, lavorando col promoter locale e le autorità per fare in modo che la sicurezza fosse all'altezza. Sfortunatamente non è arrivata in tempo una risposta alle nostre richieste, per fare in modo  che i nostri fan potessero essere al sicuro durante l'evento. Per questo siamo costretti a rimandare lo show. Restate sintonizzati per altre informazioni.

A smentita di quanto scritto dalla band, però, Live Nation fa sapere con comunicato ufficiale:

A precisazione e smentita del comunicato rilasciato dalla band sulla propria pagina facebook, Live Nation dichiara che tutte le precauzioni relative ad assicurare il regolare svolgimento dello show in piena sicurezza, sono state richieste e concordate con le forze dell'ordine alcuni giorni prima del previsto arrivo del gruppo a Milano. Tali precauzioni prevedevano: il rafforzamento del numero di uomini a disposizione del controllo, portati a 20 e muniti di metal detector, la disponibilità' dei cani per la bonifica esplosivi e la presenza del posto fisso di rinforzo con camionetta posta all'esterno del locale.
Le motivazioni che hanno portato il gruppo a cancellare il concerto di Milano rimangono personali e legate ad alcune minacce apparse sul web non confermate dalle autorità competenti. Inoltre sottolineiamo che, tali motivazioni, non coinvolgono le assicurazioni relative al controllo degli ingressi al locale che Live Nation ha dato in modo preciso e con giusto anticipo.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi