Petizione per gli Eagles of Death Metal al n. 1 in UK: i Duran Duran doneranno il ricavato in beneficenza

Petizione per gli Eagles of Death Metal al n. 1 in UK: i Duran Duran doneranno il ricavato in beneficenza

La petizione lanciata da alcuni fan britannici, dopo i fatti di Parigi del 13 novembre scorso, sta funzionando: l'idea è di portare il brano "Save a prayer" (cover del successo degli idoli pop-wave anni Ottanta Duran Duran) degli Eagles of Death Metal al numero 1 della classifica di vendita di singoli nel Regno Unito e, infatti, ora il pezzo è al numero 96 della classifica globale - secondo l'ultimo aggiornamento. La petizione su Facebook al momento conta poco più di 12.000 aderenti.

A questa notizia se ne aggiunge una ancora più intrigante: i diretti interessati dal flusso di royalties che deriverebbe da una simile operazione - ossia proprio i Duran Duran, in quanto autori del brano originale - hanno comunicato ufficialmente via Twitter, per bocca del frontman Simon Le Bon, che il denaro sarà donato in beneficenza:

I Duran Duran devolveranno in beneficenza tutti i guadagni che ci spettano, per questa versione. Stiamo valutando opzioni che siano utili, pacifiche e solidali.

In questa maniera i Duran Duran compiono un gesto nobile - anche se in un certo senso dovuto - e mettono a tacere le polemiche sollevate da chi ha subito sottolineato come dietro a una simile operazione ci fosse un giro di denaro. C'è, in effetti, ma sarà utilizzato per una buona causa.

Questa, invece, la posizione (risalente a una decina di ore fa e slegata dalla petizione, a parte il dato relativo all'Inghilterra) di "Save a prayer" degli EODM nelle classifiche di vendita di iTunes, in vari Paesi:

Olanda, 1
Danimarca, 4
Norvegia, 5
Belgio, 6
Finlandia, 6
Irlanda, 8
UK, 9
Slovacchia, 10
Svezia, 11
Francia, 16
Lussemburgo, 18
Ungheria, 26
Repubblica Ceca, 27


Svizzera, 2
Spagna, 36
Germania, 41
Italia, 42
Bielorussia, 64
Austria, 76
Nuova Zelanda, 79
Cile, 92
Portogallo, 99
Polonia, 106
Canada, 129
Isaraele, 158
Estonia, 190
Stati Uniti, 198

Come si può chiaramente vedere, l'Olanda ha premiato maggiormente il brano, ma la situazione è ottima anche in Danimarca, Norvegia e Belgio. In Italia la canzone ha raggiunto il numero 42, mentre in Inghilterra è al nono posto.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.