Max Pezzali al Forum di Assago: il report del concerto e la fotogallery

Max Pezzali al Forum di Assago: il report del concerto e la fotogallery

«A volte il tempo passa, e i testi delle canzoni possono non suscitare più le stesse emozioni. Se io ad esempio dico “gli anni in motorino sempre in due” – e il pubblico è già entusiasta –, oggi con le nuove leggi non fa più scalpore, dovrei forse cantare degli anni in motorino in tre o in quattro per ottenere lo stesso effetto», ride Max, con tono sicuro e confidenziale.

Forse ha ragione, ma un’occhiata in giro dimostra che la sincerità delle situazioni presentate nei suoi testi riescono ad attrarre anche chi non ha fisicamente vissuto le atmosfere nostalgiche raccontate dal cantante. Infatti, sono presenti sia i fan cresciuti con gli 883 nel walkman, con tanto di maglietta e figli alla mano, sia i giovanissimi. E l’aspetto più interessante è che nessuno resta in silenzio durante la lunga scaletta proposta dall’artista per il suo “Astronave Max Tour 2015”.

GUARDA LA FOTOGALLERY DEL CONCERTO

Il Forum di Assago non vede più un posto libero quando le luci calano all’improvviso, sotto il ritmo di una fortissima musica dance. Si alza un’astronave di luci, e la scritta stilizzata “MAX” sullo sfondo accoglie i musicisti sul palco. Viene dato largo spazio alla veste elettronica del suono, soprattutto nei brani dell’ultimo album, dall’energico pezzo di apertura “Come Bonnie & Clyde” al successivo singolo “È venerdì”, in cui il sound viene ammorbidito dalla chitarra acustica. Il vero primo boato di consenso dal pubblico si ha proprio al termine di questa esecuzione, quando Dj Zak (volto noto della scena hip hop italiana) “scratcha” sui piatti e il mix conduce dritti a “Rotta per casa di Dio”. 

 

La regia e le scenografie sul palco sono molto curate e assecondano fedelmente il clima dei brani proposti, dalle proiezioni di nostalgici film cult sotto “Gli anni” alle scene dei mondiali 2006 con “La dura legge del gol”, al termine della quale scatta l’immancabile coro legato a quella famosa estate.

I suoni sono altrettanto ricercati e riescono a dare nuova freschezza anche ai brani storici di Max Pezzali e 883, come “Hanno ucciso l’uomo ragno” o la più malinconica “Come deve andare”, accompagnata dall’alternanza di chitarra acustica e sequenze.

La scena è tutta per Dj Zak nei due mix proposti lungo tutta la serata, espediente che consente a Max e musicisti di riprendere fiato a metà scaletta: tutti cantano e ballano con intensità i medley, che si alternano a riff famosi come “Walk this way” degli Aerosmith o a una sottile eco di Fatboy Slim. La scaletta giunge a una sequenza di canzoni d’amore che creano un clima più intimo, momento che raggiunge il suo culmine sulla celebre “Come mai”. In fretta Max torna a far ballare i presenti con un finale carichissimo, tra “Nord Sud Ovest Est” e la seguente “Tieni il tempo”.

Per il bis, l’artista opta per la stessa formula: rientra in scena con un set acustico per un medley di brani scanzonati e in men che non si dica si chiudono le danze sotto le note coinvolgenti di “Con un deca”. Termina così, in modo gioioso, lo spettacolo di due ore piene che sembra aver soddisfatto tutti, dai grandi ai più piccoli.

 

(Vittoria Polacci)

 

SCALETTA:
Come Bonnie & Clyde
È venerdì
Rotta per casa di Dio
L’universo tranne noi
Gli anni
La dura legge del gol
Col senno di poi
Sopravviverai
Sei fantastica 
Sei un mito 


Hanno ucciso l’uomo ragno
S’Inkazza (remix)
Non me la menare
Fallo tu
Come deve andare
Lo strano percorso
Sempre noi
Nella notte (remix)
Il mondo insieme a te
Una canzone d’amore
La regola dell’amico
Ti sento vivere
Come mai
Nessun rimpianto
Nord Sud Ovest Est
Tieni il tempo

BIS:
Se tornerai/Nient’altro che noi/Io ci sarò/Eccoti (medley)
Niente di grave
Con un deca

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.