Brescia Music Art seconda giornata: si parte con una raccolta di idee per Veltroni, ma alla fine le idee sono poche

Brescia Music Art seconda giornata: si parte con una raccolta di idee per Veltroni, ma alla fine le idee sono poche

Lo scenario è suggestivo, offerto dall’Aula Magna dell’Università di Brescia, ed è lì che, nel primo pomeriggio di sabato 6 giugno, centinaia di studenti si ritrovano con gli invitati per dibattere di arte, contaminazione e indirizzare le varie proposte in un progetto da far pervenire al Ministro Veltroni. Introdotti e moderati da Paola Maugeri, prendono parte al dibattito Alessandro Riva, Fausto Pirito, Max Pezzali, Omar Pedrini, Giovanni Lindo Ferretti, Luca "Zulu" Persico dei 99 Posse, Davide Ferrario, Francesco Illy, Marco Lodola, Tiziano Scarpa, Andrea Rosi, Sergio Pappalettera. Si parte con quella che potrebbe sembrare una contraddizione in termini, cioè la lettura, ad opera del suo stesso autore Alessandro Riva, di un Manifesto della contaminazione al di là della lunghezza del testo, che certo non bendispone il pubblico, l’idea che la contaminazione come metodologia artistica venga già fissata in criteri scritti mette un po’ i brividi. Meglio allora raccontare le proprie testimonianze a proposito, come fanno Illy, Ferrario, Pedrini. Luca "Zulu" riporta il linguaggio e le tematiche ai tempi dell’antagonismo e del ‘contropotere’ da cui nasce la proposta politica e musicale del suo gruppo, lamentando un necessario compromesso con il potere delle multinazionali per allargare la sfera della propria ‘conoscibilità’, sinceramente niente che non sia già stato abbondantemente sentito, magari riassunto nella frase "entrare nel potere per cambiarlo da dentro". Divertente il resoconto di Max Pezzali, soprannominato da Pirito "la grande truffa del rock’n’roll": Pezzali ha scherzato sull’eccessiva targettizzazione delle radio, lasciando che il discorso prendesse poi una piega quasi viziosa lanciandosi sul famoso dibattito, insoluto dalla notte dei tempi, sulla musica che vende e sulla musica di qualità. Un ragazzo del pubblico interviene per chiedere una mano simbolica ai presenti, perché ci sia un modo per scrollarsi di dosso l’impotenza che molti giovani avvertono: la reazione di Ferretti non si fa attendere: "voi siete ragazzi che vivono nel privilegio. Non potete permettervi di chiedere aiuto, ma dovreste essere quelli che aiutano gli altri. Vedo ogni giorno, andando a Mostar a preparare un concerto, altri ragazzi come voi; loro sì che hanno bisogno di essere aiutati. Noi, in questa parte di mondo, viviamo nel privilegio, e sarà bene che cominciamo a renderlo utile aiutando gli altri, prima che i 2/3 del mondo non ci taglino, giustamente, la gola". Interviene anche Tiziano Scarpa, scrittore, per dire che è importante avere la "possibilità concreta di fare, di avere corsi da poter frequentare per poter capire al limite di essere negati in tutto, ma dopo aver provato". Le proposte per Veltroni, anche per mancanza di tempo, latitano, per cui si decide di rimandare il lavoro di scrittura ad un nuovo incontro, che potrà svolgersi a Brescia o, data la natura itinerante del Festival, anche in altre città (si fa già il nome di Volterra).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.