Gianna Nannini, 'Hitstory': 'Ho deciso di raccontare la mia storia'. Tour nei teatri nella primavera del 2016 - VIDEOINTERVISTA

Gianna Nannini, 'Hitstory': 'Ho deciso di raccontare la mia storia'. Tour nei teatri nella primavera del 2016 - VIDEOINTERVISTA

Gianna Nannini consegna al mercato "Hitstory", nuova raccolta contenente una selezione di brani pescati dal suo repertorio lungo diciannove album in studio, sei brani inediti e un rifacimento di "Un'estate italiana" (brano composto da Giorgio Moroder e interpretato, nella sua versione originaria, dalla Nannini insieme a Edoardo Bennato). "Hitstory", disponibile da oggi, venerdì 30 ottobre, esce in tre diverse versioni: edizione standard in due CD ciascuno contenente sedici canzoni, edizione deluxe contenente tre CD e edizione in triplo vinile. A proposito della raccolta, la rocker senese spiega:

"I tre album di 'Hitstory' versione deluxe compongono un trittico della mia storia di successi, a cui ho voluto aggiungere sei brani inediti e il remake di 'Un'estate italiana'. E' la storia della mia musica che si affianca alla storia di alcune delle più belle canzoni italiane che ho proposto da poco con 'Hitalia'. Per creare un continuum con l'album precedente, dedicato alla storia della grande canzone italiana, per 'Hitstory' ho voluto le canzoni che hanno avuto più successo ma anche quelle che ho scritto e che mi piacciono particolarmente. Ho deciso di raccontare la mia storia 'da viva': spesso queste operazioni si fanno 'da morta'. E perché? La mia è una bella storia e la voglio poter raccontare io, da viva".

Caricamento video in corso Link


La pubblicazione di "Hitstory" è stata anticipata da quella del singolo "Vita nuova", scritto insieme al poeta Pasquale Panella:

"E' una canzone che riflette molto il momento che vivo, e anche la mia 'Vita nuova' di rockstar e di mamma. E' un esempio di romanza pucciniana nel mio stile. Pasquale è un poeta dei nostri tempi, è uno che non ha paura della melodia e innesca sempre nella linea melodica del brano dei versi che esaltano la musica e la voce".



Tra gli altri inediti contenuti all'interno della raccolta ci sono anche "Tears", scritta insieme a Isabella Santacroce, e "Mama" (una rivisitazione di una composizione scritta per l'installazione "Terzo Paradiso - Mama" di Michelangelo Pistoletto):

"'Tears' è quel non confrontarsi, quel tenere chiuso tutto dentro; è il bloccare le nostre emozioni, che porta all'incomprensione, ad abbandonare le cose belle, a cercare la solitudine. 'Mama', invece, è il mio sguardo verso l'infinito della nostra musica, è una canzone che deve incoraggiare la nostra esistenza nel meraviglioso Mediterraneo dove abbiamo la fortuna di vivere e di essere nati. La potenza degli archi esalta questa musica che ho scritto nel 2010 mentre Penelope viveva dentro di me, anzi penso che in qualche modo l'abbia scritta lei, come se fosse una ninna nanna cantata dal punto di vista di un bambino".



"Amica mia" vede Gianna Nannini tornare a collaborare con Tiziano Ferro, con il quale aveva scritto "Nostrastoria" (brano incluso in "Inno", 2013); in merito alla canzone, dedicata al tema dell'amicizia, la Nannini dichiara:

"Originariamente si chiamava 'Sei' nel senso dell'accettazione di sé stessi, di capire chi siamo, di accettare le nostre differenze e di non sentirsi soli per questo. E' un concetto che ho voluto condividere con Tiziano Ferro, che con il suo speciale linguaggio ha dato un valore aggiunto alla canzone".



A completare la sezione degli "inediti" ci sono poi la cover di "Ciao amore ciao" (originariamente interpretata da Luigi Tenco e proposta in gara al Festival di Sanremo del 1967 in coppia con Dalida) e una rivisitazione di "Amandoti" (brano di Giovanni Lindo Ferretti che la Nannini reinterpretò già nel 2004 per l'album "Perle"):

"David Zard, proprio nella seconda metà degli anni Sessanta, ha collaborato con Tenco. Qualche mese fa in taxi a Londra mi ha rivelato che esisteva un'altra versione di 'Ciao amore ciao' e che era stato proprio Luigi a raccontarglielo. Nella sua versione originale era un brano antimilitare e il testo fu censurato. L'ho registrata col telefonino, poi sono arrivata a casa e con i rumori del taxi e delle auto in sottofondo ho provato subito a ricantarla e a registrarla, e l'ho sentita subito mia. Ho voluto 'restituire' i versi della prima versione della canzone sui mali della guerra. Ho voluto mettere anche 'Amandoti' perché ha sempre avuto un successo straordinario dal vivo. Ha un nuovo arrangiamento più rock creato da Davide Tagliapietra e penso davvero che sia travolgente".

(Per la verità, la versione originaria di "Ciao amore ciao", intitolata "Li vidi tornare", è stata riscoperta da Mario Ragni nel 2006 e interpretata da Massimo Priviero)

Caricamento video in corso Link


A proposito del rifacimento di "Un'estate italiana", invece, la rocker dice:

"Non accettavo che questa canzone fosse così popolare solo per via del calcio, l'ho sempre sottovalutata. Ma quando vedo la gente che si abbraccia mentre l'ascolta, mi fermo a riflettere. Quando hanno quel tipo di successo, le canzoni diventano di tutti. Ho deciso quindi di evitare tutte le mie seghe mentali e di farne una versione mia, live, rock".



Sono state annunciate le prime date del tour di supporto alla raccolta, "Hitstory tour 2016", che vedrà Gianna Nannini esibirsi nei teatri italiani:

20 e 21 marzo 2016 - Torino, Auditorium del Lingotto
4 e 5 aprile - Milano, Teatro degli Arcimboldi
13 e 14 aprile - Roma, Auditorium Parco della Musica
29 e 30 aprile - Firenze, Teatro Verdi

I biglietti sono disponibili dalle ore 18 di oggi, 30 ottobre, su www.ticketone.it; da lunedì 2 novembre, invece si potranno acquistare nei punti vendita tradizionali.

Dall'archivio di Rockol - Gianna Nannini presenta "Amore gigante"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
18 nov
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.