Rocco Hunt presenta "Il signor hunt": la videointervista

Rocco Hunt presenta "Il signor hunt": la videointervista

La terza prova del rapper salernitano, si chiama 'Signor Hunt' e include sedici brani realizzati con la partecipazione di, tra gli altri, Clementino, J-Ax, Guè Pequeno Neffa, Mario Biondi e Enzo Avitabile. La produzione è stata affidata ad un team in cui spiccano Ketra e Takagi, già responsabili di “Nu juorno buono” (con cui aveva vinto a Sanremo tra i Giovani nel 2014) e ormai noti per il lavoro con Baby K per “Roma – Bangkok” e con Fedez per  “L'Amore eternit”. 

Perché 'Signor Hunt'?
Perchè la gente si aspettava da me un album "imborghesito", invece no, io voglio stare sempre dalla parte dell'italiano medio, al quale voglio dire che quando si sente una persona "arrivata" o si crede realizzato deve sempre pensare che non è un "signore" ma un "signor hunt" (dal napoletano "sei ignorante", ndr). Faccio ironia sia su me stesso che sulla società.

In cosa questo disco è diverso dai precedenti?
Rispetto ai precedenti questo album è il più completo di sempre, sia a livello di testo che di contenuti e collaborazioni. Sono contentissimo di poter finalmente presentare un album di cui sono fiero al 100% e al quale ho lavorato tantissimo, rispetto agli altri album, mesi di lavorazione.
E' innovativo perchè abbiamo cercato di sperimentare e di avvicinarci ad una realtà america per quanto riguarda l'hip hop.

E' classico perchè vuole rifarsi alle origini: le collaborazioni sono con Zulù dei 99 Posse, Neffa, Speaker Cenzou dei Sangue Mostro. Fondamentalmente c'è una fetta di hip hop underground, sia da parte mia che degli ospiti. E' davvero un misto, racchiude vari generi. Sulla copertina ci sono sei mie facce, ogni mio volto rappresenta un mio modo di essere.

Sulla copertina c'è il Rocco innamorato, quello rivolto al futuro, politico, sociale e poeta. In quale ti senti più a tuo agio?
Io mio sento a mio agio in tutte le mie versioni, sono sempre me stesso. Ogni mia versione in questo album è tenuta dal filo rosso del mio carattere che raccoglie questi vari modi di essere. Alla fine io sono sempre "Rocchino", con tanta voglia di fare e di "spaccare".

Come si è svolta la produzione dell'album?
La produzione è stata affidata a vari produttori diversi, non mi andava di legarmi ad un solo produttore, come ho fatto per tutti i miei album. Si va da Bassi Maestro, 2nd Roof, Valerio Nazo e molti altri, sia dal timbro underground, che alcuni dal timbro trasversale come Takagi, Ketra. Ho scelto davvero quello che volevo io e il tappeto che volevo io per i miei testi. E' stato finalizzato addirittura a New York, allo Sterling Studio, dove il fonico si è complimentato con noi perchè credeva che le produzioni fossero americane, invece sono tutte italiane.

Nell'album ci sono molte collaborazioni.
Ho avuto molte collaborazione di artisti storici: Neffa, Enzo Avitabile e altri. Ogni collaborazione è a sè, ho cercato di estrapolare dagli ospiti quello che serviva per l'album, magari il lato più soul, più black delle persone. Sicuramente il featuring con Mario Biondi è una chicca perchè lui è il Barry White italiano e i rapper americani campionano Barry White; mi meraviglio che nessun rapper l'abbia mai chiamato prima. Altra collaborazione da menzionare è quella con Enzo Avitabile: un brano introspettivo che sono molto curioso di far ascoltare. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.