Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 03/09/2015

Taylor Swift accusata di razzismo per il video di 'Wildest dreams': ecco perché - GUARDA

Taylor Swift accusata di razzismo per il video di 'Wildest dreams': ecco perché - GUARDA

Nel corso dell'edizione 2015 degli MTV Video Music Awards Taylor Swift - tra le protagoniste della serata, che quest'anno è stata ospitata dal Microsoft Theater di Los Angeles - ha presentato in anteprima il videoclip del nuovo singolo estratto dal suo ultimo album di inediti "1989", "Wildest dreams", che è stato poi reso disponibile in rete a partire dal giorno dopo. La clip, che ha per protagonisti la stessa cantautrice e Scott Eastwood, ha alzato un gran polverone e sta facendo molto discutere in rete: in molti hanno accusato Taylor Swift e il regista, Joseph Kahn, di aver realizzato un videoclip razzista. Il motivo? La clip, nella quale la Swift interpreta una diva del cinema degli anni '40, è ambientata nell'Africa dei tempi del colonialismo e quello che viene rimproverato alla cantautrice e a Kahn è di aver romanzato il colonialismo bianco: nessuna tribù "nera" figura nel video, ma solo personaggi bianchi: "Mostra una versione glamour dell'Africa vista dagli occhi dei bianchi", sottolineano gli utenti della rete che non hanno digerito la clip. Il regista Joseph Kahn, da parte sua, ha cercato di smorzare le polemiche facendo notare che a produrre il video c'è una donna di colore molto importante.

Di seguito, vi riproponiamo il videoclip incriminato:




 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi