Keith Richards (Rolling Stones) a ruota libera: 'Metallica e Black Sabbath? Barzellette. Il rap? Musica per sordi'

Keith Richards (Rolling Stones) a ruota libera: 'Metallica e Black Sabbath? Barzellette. Il rap? Musica per sordi'

In casi come questi, solitamente, a stretto giro arriva la smentita, con accusa di prammatica al cronista sensazionalista e mistificatore di turno e stigmatizzazione d'ufficio della sete di scoop della stampa: conoscendo il soggetto, tuttavia, è lecito credere che di scuse, questa volta, non ne arriveranno.

In un'intervista al New York Daily News il chitarrista dei Rolling Stones Keith Richards - prossimo alla pubblicazione del suo nuovo album solista, "Crosseyed Heart" - ha lanciato più di una bordata all'indirizzo della scena musicale attuale, coinvolgendo tanto generi - nel senso più lato del termine - come il rap quanto colleghi chiamati in causa (metaforicamente) per nome e cognome.

Negli strali dello storico partner creativo di Mick Jagger sono finiti due giganti della scena heavy mondiale:

"Milioni di persone adoramo i Metallica e i Black Sabbath, ma per me sono solo due colossali barzellette"

Poi l'artista è passato al rap, genere che - come avrete modo di intuire - l'artista non ama particolarmente:

"Il rap? Ah ha. Così tante parole, così poche cose da dire. Quello che il rap ha dimostrato è l'enorme quantità di persone sorde al suono che ci sono là fuori. Tutto quello di cui hanno bisogno per essere contenti è un ritmo di batteria e qualcuno che ci sproloqui sopra: c'è un enorme mercato per gente che non saprebbe distinguere una nota dall'altra"

Tra il gruppo di "Satisfaction" e la band di "Seek and destroy" è già da qualche hanno che intercorre quella che può essere definita una cordiale freddezza: il casus belli fu rappresentato da un fugace incontro tra le due formazioni avvenuto nel backstage dello stadio di San Francisco nel 2005, quando i Metallica furono chiamati ad aprire un paio di date degli Stones nella città del Golden Gate. Lars Ulrich ricordò l'episodio nel corso di un'intervista al The Opie & Anthony Show:

"Alla seconda data di fila come loro spalla [senza mai averli visti di persona], ci mandarono un galoppino con walkie talkie e bottiglie d'acqua a chiederci se volessimo una foto con loro. Noi rispondemmo: 'Certo, perché no?'. Ci disse di farci trovare pronti in cinque minuti, poi ci accompagnò in un corridoio, e ci disse di aspettare. Lì c'era anche un altro gruppo, gli Everclear. Iniziammo a scambiare due chiacchiere tra noi e l'assistente ci rimproverò, dicendo: 'I Metallica devono stare da questa parte, e gli Everclear da quest'altra'. Wow. Poi dopo cinque minuti sono arrivati gli Stones, e - giuro - non si sono nemmeno fermati. Hanno solo rallentato il passo (...) Charlie Watts ci ha detto 'ciao', Keith Richards ha abbassato la testa e Mick Jagger ci ha guardato con una faccia schifata come se gli dovessimo attaccare la polmonite. Giusto il tempo di scattare due o tre foto e sono spariti. Poi è riapparso l'assistente e ci ha detto: 'Se il gruppo approverà le foto, ve ne manderemo una copia'. Ecco, così si potrebbe riassumere la nostra esperienza coi Rolling Stones"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.