"Straight outta Compton": tutto quello che c'è da sapere sui N.W.A., e sul film (il TRAILER e tutte le 51 canzoni che contiene)

Non tutti lo sanno, ma tra le capitali mondiali dell'hip hop c'è anche Compton, un sobborgo di Los Angeles di circa 90.000 abitanti. Negli anni '60 si era guadagnata il soprannome di black American dream: il prezzo delle case – deliziose villette con giardino che non avevano nulla da invidiare a quelle dei bianchi – era accessibile e la comunità nera era molto radicata nella zona, così la nascente classe media afroamericana cominciò a trasferirsi in massa nella cittadina. Compton diventò un modello per gli Stati Uniti post-segregazione, tanto che nel 1969 fu il primo comune ad eleggere un sindaco nero. Un paio di decenni più tardi, però, qualcosa cominciò ad andare storto. Il governo prese a sostituire le deliziose villette con casermoni popolari, provocando la fuga della classe media afroamericana di cui sopra (quella bianca, nel frattempo, era già fuggita da un pezzo): restava a Compton solo chi non aveva soldi per trasferirsi altrove. Insieme al degrado urbano arrivò anche quello umano, vedi alla voce Blood e Crips, le due gang made in U.S.A. più pericolose di sempre. Nel giro di breve la città si trasformò in una delle aree più povere, disastrate e violente della California.

Negli anni '80, in base alle statistiche gli abitanti di Compton hanno più probabilità di essere uccisi in una sparatoria per strada che di trovare lavoro. Come ormai dappertutto, il rap è arrivato anche lì: comprensibilmente, però, i ragazzini del posto non si riconoscono nelle canzoni allegre e festaiole importate da New York che ascoltano in radio. Sono gli anni dei Run-DMC, dei Beastie Boys, di LL Cool J, che sono un'ottima alternativa al pop, ma come portavoce del disagio sociale non servono a granché. Gli abitanti di Compton decidono di rielaborare la materia a modo loro, inventando il gangsta rap. I suoni sono crudi e minimali, i testi incentrati sulla loro realtà quotidiana: droga, violenza, rabbia, storie di vita vissuta, ma soprattutto voglia di rivalsa, di uscire da quella situazione, di avere la meglio su un destino che sembra già segnato in partenza. Con qualsiasi mezzo, legale o illegale.

L'America puritana non è preparata a guardare in faccia i propri demoni: per l'opinione pubblica, il gangsta rap diventa il problema e non il sintomo. D'altra parte è difficile difendere il genere, quando la maggior parte dei suoi esponenti hanno una fedina penale più lunga della propria discografia. Il gruppo più famoso di Compton è costituito proprio dagli N.W.A., abbreviazione di Niggaz With Attitude. Inizialmente nessuno vuole metterli sotto contratto: Eazy-E, uno dei membri del collettivo, nel 1985 sceglie di aggirare l'ostacolo e fondare la propria etichetta, la Ruthless Records, con soldi di dubbia provenienza (leggenda vuole che fosse un “prestito” di una gang di spacciatori amici, che aveva giusto bisogno di riciclare qualche milione di dollari). Anche gli altri componenti del gruppo non sono propriamente degli stinchi di santo. Ice Cube viene accusato a più riprese di alimentare con le sue rime la violenza contro altre minoranze etniche, contro la polizia e contro le donne. Dr. Dre è uno più da fatti che da parole: è stato più volte incriminato per aggressione, perfino per aver picchiato la presentatrice di un famoso show televisivo sull'hip hop, rea di aver fatto domande che non gli piacevano durante un'intervista. Anche Mc Ren e dj Yella sono al centro di numerosi incidenti diplomatici. Ma nessuno di loro finge di essere ciò che non è: gli N.W.A. sono il prodotto dell'ambiente in cui sono cresciuti, e non se ne vergognano. Una svolta orgogliosa e controversa che influenzerà la comunità nera, e soprattutto la musica nera, per molti anni a venire: il tempo delle ipocrisie è finito, è arrivato quello della rivendicazione. Giusta o sbagliata che sia.

Leggi qui la recensione di Rockol di "Straight outta Compton" dei N.W.A.

Gli N.W.A. resteranno in attività dal 1986 al 1991, con molteplici cambi di formazione. Sia Ice Cube che Dr. Dre abbandonano il gruppo in momenti diversi a causa di divergenze sulla spartizione delle royalties, scatenando di fatto una guerra interna, tanto che una buona fetta della loro discografia degli anni successivi è costituita da dissing (ovvero canzoni di insulti) agli ex soci. Ci vorranno anni perché i rapporti tra di loro tornino cordiali. Nonostante una carriera tutto sommato breve, comunque, è innegabile che i N.W.A. abbiano scritto una delle pagine artisticamente più significative della storia della musica hip hop, ispirando generazioni intere di rapper californiani e non, tra cui Tupac e il fresco vincitore di due Grammy, Kendrick Lamar, anche lui nato e cresciuto a Compton.

"Straight Outta Compton", il film sulla loro carriera, che riprende il titolo del loro epocale album del 1988, rappresenta il giusto coronamento della loro leggenda. La pellicola finora è uscita solo negli Stati Uniti: nel primo weekend di proiezione ha incassato oltre 56 milioni di dollari – ne è costati 29 – diventando il miglior debutto di sempre di un film cosiddetto “Rated R”, ovvero vietato ai minori di 16 anni non accompagnati. Arriverà nelle sale italiane l'1 ottobre, sperando che il doppiaggio gli renda giustizia.

Caricamento video in corso Link

P.S.: che fine hanno fatto gli N.W.A.?

Eazy-E è morto di Aids nel 1995.
MC Ren continua a fare rap, ma attualmente senza grandi riscontri: in compenso è padre di sei figli.
Dj Yella ha lasciato l'industria discografica e ora produce film porno di grande successo, ma pare che di recente abbia ricominciato a dedicarsi alla musica.
Ice Cube ha continuato a fare rap, ma ormai la sua carriera principale è quella di attore: è uno degli astri più luminosi della black Hollywood. Nel film il suo personaggio è interpretato da suo figlio, O'Shea Jackson jr.
Dr. Dre è universalmente considerato uno dei migliori produttori hip hop del mondo. Affianca la sua attività musicale a quella di talent scout, ha fondato l'etichetta Aftermath Entertainment e più recentemente ha anche lanciato una linea di cuffie e speaker, Beats By Dre, che gli ha fruttato centinaia di milioni di dollari. Dal 1999 in poi, però, la sua carriera solista ha subito un lungo stop: il diretto interessato si giustificava spiegando che stava lavorando a un nuovo album, "Detox", che non è mai uscito.
Qualche giorno fa, del tutto a sorpresa, Dre ha dichiarato che durante la lavorazione del film ha finalmente ritrovato lo stimolo giusto per tornare in studio e registrare in fretta e furia l'album "Compton", ispirato proprio alla sua carriera con gli N.W.A. e alla sua città natale. Si tratta di una sorta di colonna sonora ideale di "Straight Outta Compton", anche se non corrisponde al 100% alle musiche che effettivamente accompagnano il lungometraggio. È il primo album che esce a suo nome in 17 anni (purtroppo ha anche dichiarato che sarà l'ultimo) e vanta ben sedici diversi ospiti, la maggior parte dei quali sono al loro debutto discografico. A pochi giorni dalla sua uscita, è già acclamato come un capolavoro assoluto.

Marta Blumi Tripodi - HotMC


Tutte le 51 canzoni del film


Straight Outta Compton (N.W.A.)
Talking to My Diary (Dr. Dre)
Everybody Loves the Sunshine (Roy Ayers Ubiquity)    
Jam-Master Jay (Run-DMC)
Everybody Wants to Rule the World (Tears For Fears)
More Bounce to the Ounce (Zapp & Roger)
Just Another Day (The Game feat. Asia Bryant)
Al-Naafiysh (The Soul) (Hashim)
I Didn't Mean to Turn You On (Cherrelle)
Weak At the Knees (Steve Arrington's Hall of Fame)
Gangsta Gangsta (N.W.A.)
Love You Down (Ready for the World)
Computer Love (Zapp)
Atomic Dog (George Clinton)
Boyz-n-the-Hood (Eazy-E feat. Ice Cube)
Closer to Home (I'm Your Captain) (Grand Funk Railroad)
(Not Just) Knee Deep (Funkadelic)
Dopeman (N.W.A.)
Quiet On tha Set (N.W.A.)
Express Yourself (N.W.A.)
Fuck tha Police (N.W.A.)
We Want Eazy (Eazy-E feat. MC Ren & Dr. Dre)
Black Jay (Jamie Laboz)
C'mon Babe (2 Live Crew)
8 Ball (N.W.A.)
Red Wine (Martin Santiago)
Ruder Thump (Jason Ruder)
The Nigga Ya Love To Hate (Ice Cube)
Flash Light (Parliament)
Real Niggaz (N.W.A.)
Mothership Connection (Star Child) (Parliament)
No Vaseline (Ice Cube)
Appetite For Destruction (N.W.A.)
Deep Cover (Screwed) (Dr. Dre & Snoop Doggy Dogg)
Nuthin' but a "G" Thang (Dr. Dre)
One Nation Under a Groove (Funkadelic)
Neighborhood Sniper (Eazy-E)
Hail Mary (2Pac)
California Love (2Pac)
What Would U Do? (Tha Dogg Pound)
Flava In Ya Ear (Album Version) (Craig Mack)
C.R.E.A.M. (Wu-Tang Clan)
Barking in Compton (Becky Barksdale)
I'll Need a Doctor (Dr. Dre)
Forgot About Dre (Dr. Dre feat. Eminem)
Keep Their Heads Ringin' (Dr. Dre)
Alwayz Into Somethin' (N.W.A.)
Eazy-er Said Than Dunn (Eazy-E feat. Dr. Dre)
Role Model (Eminem)
Rap God (Eminem)
Gin and Juice (Snoop Doggy Dogg)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.