I cento più grandi compositori di sempre (secondo "Rolling Stone"): primo Bob Dylan. Qualche considerazione.

I cento più grandi compositori di sempre (secondo "Rolling Stone"): primo Bob Dylan. Qualche considerazione.

CHi ha letto "Alta fedeltà" lo sa bene: le liste lasciano il tempo che trovano. E a proposito di "trovare", sto ancora cercando di capire quale sia il criterio con il quale la rivista americana "Rolling Stone" ha stilato la sua lista dei cento più grandi compositori di sempre. Ho il sospetto che il criterio sia un po' "ad minchiam", e che in ogni modo sia pesantemente condizionato - oltre che da un'altra cosa che vi dirò poi - dal fatto che la rivista è nata in America ed è scritta da americani (no, non pensavo di trovarci Lucio Battisti, non sono mica scemo; però, per dire, non pensavo di trovarci Bjorn e Benny degli Abba solo al centesimo posto, dentro per un pelo, o Tom T. Hall al novantanovesimo - non sapete chi è? nemmeno io). E che Bob Marley, undicesimo, venga prima di Brian Wilson, dodicesimo, mi pare abbastanza opinabile.
Comunque: l'operazione, destinata come al solito a sollevare commenti critiche e dibattiti, è sostanzialmente un marchettone a Apple Music, che la sponsorizza e nelle pagine che la illustrano strilla di andare da loro per ascoltare le canzoni dei cento selezionati. E infatti, questo spiega come mai tutte le più celebri coppie autoriali (da Goffin-King a Jagger-Richards) sono trattate appunto come coppie, mentre John Lennon e Paul McCartney sono trattati disgiunti: ovvio, nel catalogo Apple Music i Beatles (le canzoni di Lennon-McCartney) per il momento non ci sono - sì, proprio così: su iTunes sì, su Apple Music no.
In ogni modo, è estate e magari c'è tempo, per quelli di voi che sono in vacanza, di mettersi a discutere piacevolmente su questa classifica abbastanza a capocchia.
Se volete conoscere tutti i cento, vi rimando qui; se vi accontentate dei primi 25, li trovate qui sotto. Ma, ripeto, questa lista non prendetela troppo sul serio…
(franco zanetti)

    CHi ha letto "Alta fedeltà" lo sa bene: le liste lasciano il tempo che trovano. E a proposito di "trovare", sto ancora cercando di capire quale sia il criterio con il quale la rivista americana "Rolling Stone" ha stilato la sua lista dei cento più grandi compositori di sempre. Ho il sospetto che il criterio sia un po' "ad minchiam", e che in ogni modo sia pesantemente condizionato - oltre che da un'altra cosa che vi dirò poi - dal fatto che la rivista è nata in America ed è scritta da americani (no, non pensavo di trovarci Lucio Battisti, non sono mica scemo; però, per dire, non pensavo di trovarci Bjorn e Benny degli Abba solo al centesimo posto, dentro per un pelo, o Tom T. Hall al novantanovesimo - non sapete chi è? nemmeno io). E che Bob Marley, undicesimo, venga prima di Brian Wilson, dodicesimo, mi pare abbastanza opinabile.
    Comunque: l'operazione, destinata come al solito a sollevare commenti critiche e dibattiti, è sostanzialmente un marchettone a Apple Music, che la sponsorizza e nelle pagine che la illustrano strilla di andare da loro per ascoltare le canzoni dei cento selezionati. E infatti, questo spiega come mai tutte le più celebri coppie autoriali (da Goffin-King a Jagger-Richards) sono trattate appunto come coppie, mentre John Lennon e Paul McCartney sono trattati disgiunti: ovvio, nel catalogo Apple Music i Beatles (le canzoni di Lennon-McCartney) per il momento non ci sono - sì, proprio così: su iTunes sì, su Apple Music no.
    In ogni modo, è estate e magari c'è tempo, per quelli di voi che sono in vacanza, di mettersi a discutere piacevolmente su questa classifica abbastanza a capocchia.
    Se volete conoscere tutti i cento, vi rimando qui; se vi accontentate dei primi 25, li trovate qui sotto. Ma, ripeto, questa lista non prendetela troppo sul serio…
    (franco zanetti)

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.