Fresu e Bonaventura, report del concerto di Lecce

Fresu e Bonaventura, report del concerto di Lecce

Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura hanno presentato insieme dal vivo, nello splendido scenario dell'anfiteatro romano di Lecce, nel corso del decennale del  Locomotive Jazz Festival, l'opera a due "In maggiore" uscita nei mesi scorsi per la celebre etichetta discografica tedesca Ecm. Fresu ha come sempre dato sfoggio di cristallino talento e grande controllo dello strumento, mai eccedendo nel facile virtuosismo fine a se stesso e dando il giusto spazio al bandoneon (la celebre fisarmonica compatta usata anche da Astor Piazzolla) del compagno di palco Di Bonaventura, artista dal solido curriculum che vanta collaborazioni con,  tra gli altri, Rava, Bollani, Tielemans, Osby, Guccini.
L'esibizione inizia, con "inspiegabile" - ma apprezzabile! - rispetto dell'orario indicato in cartellone, con il brano che dà il titolo al cd. A seguire forse il brano più intenso di tutta l'esibizione, la rilettura di un classico immortale come "O que serà" nato originariamente dalla chitarra brasiliana di Chico Buarque de Hollanda che qui viene rallentato, destrutturato e trasformato quasi in una sognante intuizione del brano portato al successo da molti artisti, anche italiani, come Ornella Vanoni e Fiorella Mannoia. A seguire l'esecuzione di "Non ti scordar di me", "Ton Kohz"  e "Se va la Murga", anch'esse presenti nel disco Ecm.
Fresu, scalzo per tutta la durata dell'esibizione, si allontana dal palco salvo riapparire pochi secondi dopo sulle gradinate dell'anfiteatro romano per un brano a stretto contatto con il pubblico. Spazio anche a Giacomo Puccini, di cui viene eseguita "Quando m'en vo", prima di una bella composizione di Di Bonaventura intiolata "La mia terra".
Fresu e Di Bonaventura duettano perfettamente in ritmica e melodia bilanciando ottimamente la presenza dei due strumenti. Trittico di bis prima dei saluti finali: un "tanti auguri" minimal, il "Minuetto" di Bach e "Te recuerdo Amanda", una pietra miliare della musica cilena: "praticamente un inno nazionale non ufficiale che da anni abbiamo la sfrontatezza di reinterpretare", spiega il trombettista sardo prima dei meritati applausi ad accompagnare il congedo.
(Fabrizio Zanoni )

Scaletta:

In Maggiore (Fresu)
O que sarà (De Hollanda)
Non ti scordar di me
Tun Komz
Se va la Murga
Quando m'en vo (Puccini)
La mia terra (Daniele Di Bonaventura)
Samba en preludio (Powell)
Del soldato in trincea
El choclo (Villoldo)
Minuetto (Bach)
Te recuerdo Amanda (Vara)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
21 apr
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.