Apple Music, le voci degli insider: 'Dieci milioni di contatti in quattro settimane'

Di dati certificati e ufficializzati dal quartier generale di Cupertino, ovviamente, non ce ne sono, ma un primio bilancio di Apple Music, la nuova piattaforma varata dal colosso informatico californiano, sarebbe più che positivo: a confermarlo sarebbero delle voci di anonimi (perché legalmente vincolati da clausole di riservatezza) addetti ai lavori raccolte da Hitsdailydouble. In sole quattro settimane di attività il servizio varata dall'azienda oggi guidata da Tim Cook avrebbe raccolto ben dieci milioni di clienti o potenziali tali: il dato avrebbe colto di sorpresa persino gli analisti di Apple, che - dati alla mano - vedrebbero quindi la loro creatura giocarsela praticamente alla pari con Spotify, il main competitor sul mercato internazionale dello streaming attivo, però, da diversi anni. E osservatori internazionali ipotizzano maliziosamente come l'exploit in termini di penetrazione sul mercato possa essere tenuto volutamente nascosto dai vertici di Cupertino, timorosi che - davanti a un'audience talmente vasta - quanche titolare di diritti possa decidere di rinegoziare (ovviamente al rialzo) il contratto di concessione...

    Di dati certificati e ufficializzati dal quartier generale di Cupertino, ovviamente, non ce ne sono, ma un primio bilancio di Apple Music, la nuova piattaforma varata dal colosso informatico californiano, sarebbe più che positivo: a confermarlo sarebbero delle voci di anonimi (perché legalmente vincolati da clausole di riservatezza) addetti ai lavori raccolte da Hitsdailydouble. In sole quattro settimane di attività il servizio varata dall'azienda oggi guidata da Tim Cook avrebbe raccolto ben dieci milioni di clienti o potenziali tali: il dato avrebbe colto di sorpresa persino gli analisti di Apple, che - dati alla mano - vedrebbero quindi la loro creatura giocarsela praticamente alla pari con Spotify, il main competitor sul mercato internazionale dello streaming attivo, però, da diversi anni. E osservatori internazionali ipotizzano maliziosamente come l'exploit in termini di penetrazione sul mercato possa essere tenuto volutamente nascosto dai vertici di Cupertino, timorosi che - davanti a un'audience talmente vasta - quanche titolare di diritti possa decidere di rinegoziare (ovviamente al rialzo) il contratto di concessione...

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.