Rai e FIMI: firmato l’accordo per il Festival di Sanremo

E’ stato siglato ieri, giovedì 22 luglio, l’accordo tra la FIMI (l’associazione che raccoglie le maggiori case discografiche) e la Rai per il Festival di Sanremo. Il direttore generale Flavio Cattaneo ha firmato con il presidente della FIMI Alberto Pojaghi un nuovo accordo della durata quadriennale.
Nella riunione, a cui hanno partecipato Enzo Mazza (direttore generale della FIMI), Ruben Esposito (direttore degli affari legali della Rai) e il consulente Gianmarco Mazzi, è stata ribadita la volontà di un impegno per il rilancio della canzone italiana. Le condizioni dell’accordo sono le stesse bocciate lo scorso anno.
“Questa è una premessa molto importante per iniziare a lavorare sul prossimo Festival”, ha spiegato il neo-direttore artistico Pippo Baudo, “perché senza giocatori da convocare è difficile fare una squadra. Ho lavorato alle premesse dell’accordo perché si riuscisse ad arrivare a questo convincendo i discografici. Ma Cattaneo è stato bravissimo a convocarli subito e a chiudere la vicenda con un accordo quadriennale”. (Fonti: Quotidiano Nazionale, La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Il Messaggero)
Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.