Prince, addio (temporaneo?) allo streaming. A eccezione di TIDAL...

Prince, addio (temporaneo?) allo streaming. A eccezione di TIDAL...

Si aggiunge un nuovo capitolo della tormentata storia di amore (e odio) tra il grande autore e performer di Minneapolis e la tecnologia: la società di edizioni di Prince, senza fornire alcuna spiegazione, ha tolto nelle ultime ore l'intero catalogo dell'artista da tutti i servizi di streaming operanti sul mercato mondiale, da Spotify a Apple Music, passando per Rdio. Con una sola eccezione, che - simbolicamente - ha molto peso: l'unica piattaforma alla quale siano rimaste in concessione le opere del Purple One è TIDAL, la società guidata da Jay-Z (in società con colleghi come Jack White, Madonna, Daft Punk e altri big) che della filosofia "dagli artisti per gli artisti" ha fatto sin dalle prime battute un tratto distintivo.

    Si aggiunge un nuovo capitolo della tormentata storia di amore (e odio) tra il grande autore e performer di Minneapolis e la tecnologia: la società di edizioni di Prince, senza fornire alcuna spiegazione, ha tolto nelle ultime ore l'intero catalogo dell'artista da tutti i servizi di streaming operanti sul mercato mondiale, da Spotify a Apple Music, passando per Rdio. Con una sola eccezione, che - simbolicamente - ha molto peso: l'unica piattaforma alla quale siano rimaste in concessione le opere del Purple One è TIDAL, la società guidata da Jay-Z (in società con colleghi come Jack White, Madonna, Daft Punk e altri big) che della filosofia "dagli artisti per gli artisti" ha fatto sin dalle prime battute un tratto distintivo.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.